Carabinieri-forestali d’Eternit: sorprende che ci si sorprenda…

visto che il “ceto politico” non si preoccupa dell’acqua “potabile” nelle tubazioni in cemento amianto

di Vito Totire (*)

Amianto nel quartier generale dei carabinieri forestali a Roma, via Antonio Cimarra 137. Ancora la scoperta dell’acqua calda. Quello che è successo a Roma si inserisce nella situazione di incuria, menefreghismo e regia scientifica finalizzata a rimuovere i problemi, tanto più se questi manifestano il loro impatto dopo decenni di latenza.

La legge 257/92 è stata boicottata, sabotata, alla fine tradita.

Ancor prima, nel 1986, fu emanata una circolare ministeriale (numero 45, a firma del ministro Costante Degan) finalizzata al censimento dell’amianto in scuole e ospedali. Ovvio che quella circolare poteva e doveva essere estesa. Non è stato fatto. Anche dopo la legge 257/92 si è tirato a campare, addirittura, “legittimando” la vendita di edifici con presenza di amianto.

Che spesso il “linoleum” sia stato fabbricato additivando amianto lo sanno tutti ma le bonifiche non sono state avviate con la dovuta celerità grazie alle solite bufale “attenuanti” del tipo “la matrice è compatta, le fibre non si liberano”; è evidente che queste sedicenti rassicurazioni non tengono conto del degrado, della vetustà , in altri termini della storia inevitabile degli immobili.

Fa arrabbiare una altra questione: che spesso le esposizioni rimaste sconosciute (per incuria e per la mancanza di volontà di effettuare i censimenti) vadano ad alimentare quei casi di mesotelioma di cui sono vittime persone a cui poi non si riconosce la eziologia ambientale o lavorativa.

Sorpresa per l’«allarme Eternit» presso i carabinieri-forestali? No. Il ceto politico neppure si preoccupa dei 100.000 kilometri di tubazioni in cemento amianto utilizzati per l’acqua “potabile” (dato nazionale, fonte Arpa Lazio); i gestori di acquedotti, invece che bonificare… aumentano le tariffe.

Ma che c’importa: non ci pensiamo e vediamoci Sanremo…

Solidarietà con i lavoratori di via Cimarra a Roma. BONIFICARE L’ITALIA E’ URGENTE, MA CI VORREBBERO BEN ALTRI MINISTRI …

Bologna, 9.2.2017

(*) Vito Totire è presidente nazionale AEA – associazione esposti amianto e rischi per la salute

LA VIGNETTA, scelta dalla redazione della “bottega”, è di ALTAN.

Redazione
La redazione della bottega è composta da Daniele Barbieri e da chi in via del tutto libera, gratuita e volontaria contribuisce con contenuti, informazioni e opinioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.