Cemento-amianto a Pianoro

di Vito Totire

Siamo a conoscenza del fatto che Pianoro è uno dei pochi Comuni italiani che hanno avviato e compiuto il censimento del cemento-amianto. Anche per questo ci pare particolarmente pertinente porre all’attenzione della amministrazione alcune situazioni (segnalateci da nostri soci o da cittadini):

  1. Zena: doppio capannone con copertura in cemento-amianto in evidente stato di vetustà e degrado; manca persino un pannello su una delle superfici (VEDI FOTO); è evidente che il “buco” funziona da “locus minoris resistentiae” rispetto al vento; centinaia di ciclisti transitano ogni giorno in val di Zena ! Bisogna fare prevenzione.
  2. Sempre in val di Zena, civico 50, località Botteghino di Zocca, cè una abitazione civile con fibrocemento: situazione più “piccola” di quella suddetta che è proprio nel centro della località Zena;
  3. Via Irma Bandiera nei pressi della chiesa di san Giacomo Maggiore; abitazione civile con copertura in fibrocemento; è possibile che contenga amianto; la copertura è in evidente stato di degrado e di vetustà;
  4. Via Esperanto (visibile da via Esperanto 8-10): capannoncino con copertura in fibrocemento; è presente amianto ?

Vorremmo sapere se vi sono programmi di intervento/bonifica.

La presente segnalazione per chiedere all’amministrazione comunale se l’Unione dei Comuni stia discutendo di un piano omogeneo ed esaustivo per censimento capillare, monitoraggio e bonifica nei termini in cui lo abbiamo proposto nel mese di dicembre 2019 alla sindaca di Monghidoro alla luce del suo incarico di coordinamento dei sindaci.

14.2.2020

(*) Vito Totire è presidente AEA

 

Redazione
La redazione della bottega è composta da Daniele Barbieri e da chi in via del tutto libera, gratuita e volontaria contribuisce con contenuti, informazioni e opinioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.