Da oggi tutti Tsipras?

di Daniela Pia

Saranno tutti Tsipras: stanno già preparando le magliette nella stamperia della “estrema fine”,

a sinistra (quella smarrita) «je suis Alexis». Altri stamane si sono imbarcati, con il primo aereo, verso la Grecia a respirare l’ aria perduta. A capire come si faccia. E’ così semplice?

Certi fanno paragoni fra il figliol “prodigo” della Firenze ex medicea e l’oratore ateniese di Syriza: non similitudini ma ossimori.

Taluni piscianchiostro lanciano allarmi dalle paginette dei loro giocattoli: arrivano i comunisti.

Talaltri scavano alla ricerca di scheletri negli armadi: «donne botte e cortei» titolano.

Giochini.

Eppure qualcosa è accaduto, non si potrà ignorarne la portata.

Grecia-dUna breccia è stata aperta e l’Europa dovrà guardarci attraverso: è possibile che Davide stia approntando la sua fionda e vedremo se saprà usarla mirando sulla fronte. Nous attendons avec impatience.

 

Daniela Pia
Sarda sono, fatta di pagine e di penna. Insegno e imparo. Cammino all' alba, in campagna, in compagnia di cani randagi. Ho superato le cinquanta primavere. Veglio e ora, come diceva Pavese :"In sostanza chiedo un letargo, un anestetico, la certezza di essere ben nascosto. Non chiedo la pace nel mondo, chiedo la mia".

Un commento

  • dice Frank Zappa:

    “L’illusione della libertà continuerà fino a che è vantaggioso che continui. Nel momento in cui la libertà diventerà troppo costosa, tireranno giù la scenografia e il sipario, toglieranno i tavolini e le sedie e potrai vedere il muro di mattoni in fondo al teatro.”

    (per Hamas è stato così, per Syriza chissà)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.