Dal Bhutan alle Olimpiadi, passando per Bradford

(visti da Francesco Masala) tre piccoli grandi film da non perdere

Lunana: A Yak in the Classroom – Pawo Choyning Dorji

capita che miracolosamente un film che arriva da Lunana, nel Buthan, arrivi ai premi Oscar, e che arrivi anche nei cinema italiani, addirittura in più di 40 sale.

spegnete i telefonini, tanto non c’è l’elettricità per ricaricare le batterie, e guardate solo il film.

è un film piccolo piccolo che tutto il mondo può capire, come quando il bambino era bambino.

è la storia di un maestro che viene mandato a insegnare a Lunana (non in Sardegna) e scopre che un altro mondo è possibile, più vero, più sincero, più umano, più rispettoso, dove c’è un posto per tutti, dove gli yak ritornano.

chi lo vede capisce che il premio Oscar se lo meritava Lunana, non privatevene, Lunana è un dono all’universo.

https://markx7.blogspot.com/2022/04/lunana-yak-in-classroom-pawo-choyning.html

 

 

 

Parigi, 13Arr (Les Olympiades) – Jacques Audiard

Emilie, Camille, Nora e Amber Sweet sono i protagonisti.

alla fine ognuno è solo con se stesso, quando si guarda allo specchio della sua anima; fanno cose, vedono gente, ma alla fine ognuno deve fare i conti da solo.

poi magari, se si è fortunati, le persone sole, senza maschere, si trovano, e possono fare un pezzo di strada insieme.

un film che vale molto, addirittura in otto sale, buona caccia al tesoro, e poi

buona (olimpica) visione

https://markx7.blogspot.com/2022/04/parigi-13arr-les-olympiades-jacques.html

 

 

Ali & Ava – Clio Bernard

una storia d’amore complicata e semplice insieme.

Ava e Alì hanno storie difficili alle spalle, ma bisogna pensare al qui e adesso, per quanto possibile.

amano la musica e, potenza dell’amore, riescono ad amare le musiche dell’altro/a.

entrambi sono segnati come adulti, ma hanno un cuore da bambini, e come bambini sono indifesi.

e noi facciamo il tifo per loro, senza nessun dubbio.

buona (musicale e amorosa) visione, se riuscite a trovare uno dei 17 cinema che lo programmano.

https://markx7.blogspot.com/2022/04/ali-ava-clio-bernard.html

 

Francesco Masala
una teoria che mi pare interessante, quella della confederazione delle anime. Mi racconti questa teoria, disse Pereira. Ebbene, disse il dottor Cardoso, credere di essere 'uno' che fa parte a sé, staccato dalla incommensurabile pluralità dei propri io, rappresenta un'illusione, peraltro ingenua, di un'unica anima di tradizione cristiana, il dottor Ribot e il dottor Janet vedono la personalità come una confederazione di varie anime, perché noi abbiamo varie anime dentro di noi, nevvero, una confederazione che si pone sotto il controllo di un io egemone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.