Frecce Tricolori a Imola. Non sono contento

db spiega il suo totale disaccordo

Domenica «il sorvolo tricolore» sul Gran Premio è atteso attorno alle 15. La pattuglia acrobatica partirà da Cervia… bla-bla. Quanto ricamano i media sulla “festa”.

Non sono contento che le Frecce rombino sopra casa mia (o altrove).

Per tre motivi.

1 – Inquinano: si spreca carburante, si fa inutile rumore e si spargono coloranti … cioè un inquinamento bis;

2- è spreco di soldi

3- si tratta di uno stupido sfoggio di nazionalismo.

In generale.

Poi c’è il discorso Covid; e (si spera) post Covid.

Sembrava evidente a molte persone che la pandemia costringesse a ripensare certe cattive abitudini. Tipo: inquinare, sprecare soldi, essere nazionalisti in tempi di necessaria mondialità (nel bene e nel male). Per dirla con uno slogan (suffragato dalle cifre): se avessimo speso meno in armi e più in sanità e ricerca… adesso sarebbe meglio per tutte/i. Invece l’Italia continua – anzi aumenta di molto (vedi governo Draghi) – con le spese militari mentre dà pochissimi soldi a sanità, ricerca, scuola. Tutto come prima.

Nel suo piccolo Imola dirà il 18 aprile: “Avanti così, il rancio è ottimo e abbondante”.

Rubo la vignetta al bravissimo Mauro Biani.

 

redazione
Un piede nel mondo cosiddetto reale (dove ha fatto il giornalista, vive a Imola con Tiziana, ha un figlio di nome Jan) e un altro piede in quella che di solito si chiama fantascienza (ne ha scritto con Riccardo Mancini e Raffaele Mantegazza). Con il terzo e il quarto piede salta dal reale al fantastico: laboratori, giochi, letture sceniche. Potete trovarlo su pkdick@fastmail.it oppure a casa, allo 0542 29945; non usa il cellulare perché il suo guru, il suo psicologo, il suo estetista (e l’ornitorinco che sonnecchia in lui) hanno deciso che poteva nuocergli. Ha un simpatico omonimo che vive a Bologna. Spesso i due vengono confusi, è divertente per entrambi. Per entrambi funziona l’anagramma “ride bene a librai” (ma anche “erba, nidi e alberi” non è malaccio).

6 commenti

  • Roberto Bartoli

    Condivido in pieno, caro db, in pieno…

  • Come diceva mio suocero: “MI ALLEGO TOTALMENTE”.

  • massimo golfieri

    la solita esibizione nazional militare, ogni occasione è buona

  • Si, “il rancio e’ ottimo e abbondante”.
    Una politica non più in grado di modificare se’ stessa, capace unicamente di parlarsi addosso. Sulle rive del Santerno si è svolta l’ennesima recita con protagonista la cicala. Una farsa costata dal 2007 a oggi oltre 40.000.000 di € che ha avuto inizio con la costruzione dei nuovi box utilizzando 10.000.000 di € “donati” dalla protezione civile. Splendida la recita delle frecce: una striscia di colori tossici su un insieme capace solo di parlarsi addosso.
    Su Leggilanotizia, che riporta il pezzo di Daniele, una ridda di commenti esaustivi.

  • Luca Bartolucci

    … e anche la pandemia non è “bastata”….. vediamo cos’altro deve succedere. Siamo al “danno inconfutabile” di questo modello socioeconomico, ma non basta. Decostruire l’immaginario, per dirla come Latouche, sarà un impatto durissimo e molto doloroso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.