IL COLLEGA

(di Pabuda)

 

il collega Cardellotti

(o Passerini)

somiglia a Lenin   lenin-francobollo

in maniera

impressionante:

soltanto che è a colori

ed è molto più abbronzato:

per ora, è in miglior salute

e – so per certo –

più che un bolscevico

comunista,

il collega

è un appassionato

escursionista.

il collega Cardellotti

(o Passerini)

somiglia a Lenin

in maniera sorprendente.

l’altro giorno gliel’ho detto –

per l’uno e per l’altro

con tutto il dovuto rispetto –

m’ha guardato

leggermente interdetto

(ma con un appena percettibile

scintillio d’orgoglio

negli occhi sorridenti)

e m’ha chiesto: è un insulto

o un complimento?

son stato sincero,

rispondendo a bruciapelo:

dipende… se ci riferiamo

a prima o dopo

la presa del potere.

per prudenza

son rimasto abbastanza

sul vago,

trattandosi d’un collega

dei servizi:

per l’appunto, generali:

posta, traslochi, arredamenti,

carta, inchiostro e spostamenti,

pacchi, cancelli, cartelli,

luce, acqua e gas.

Pabuda
Pabuda è Paolo Buffoni Damiani quando scrive versi compulsivi o storie brevi, quando ritaglia colori e compone collage o quando legge le sue cose accompagnato dalla musica de Les Enfants du Voudou. Si è solo inventato un acronimo tanto per distinguersi dal suo sosia. Quello che “fa cose turpi”… per campare. Tutta la roba scritta o disegnata dal Pabuda tramite collage è, ovviamente, nel magazzino www.pabuda.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *