Il Come Eravamo del Come Saremo – «Wonder Stories» 1

gloriose testate di fantascienza: «Wonder Stories» 1

Siamo già in un’altra temperie creativa. Wonder Stories. Storie di Mondi. Cioé storie terrestri che si vorrebbe veder svolgere in una realtà meno piatta, meno insulsa di quella che viviamo. Calcio, ciclismo, esperti televisivi, economisti prezzolati che le sparano grosse, più grosse che possano sparare, facce toste iperboliche, si presentano come economisti e farebbero ridere anche i Ragionieri (lo scrivo con la maiuscola in quanto anche io appartengo a questa nobilissima categoria). Nonché qualche giornalista di buona volontà che suda sette camice per inserire tra una fandonia e l’altra qualche brandello di verità.

Non è bel vivere, ma neanche una ragione per morire. Quantunque vivere per lottare. Per aprire la mente alle mille possibilità, ai mille mondi migliori che, se solo volessimo, potremmo realizzare nel giro di pochi anni. Sì, signore vostre e signori miei, il Paradiso Terrestre è dietro l’angolo.

Ora a noi. Alla  fantascienza come poesia per immagini in una puntata che è esattamente (spero sia esatto) la numero 40. Ora al romanzo del giorno. Uno dei  migliori prodotti della migliore fantascienza: il testo di Frederik Phol e C. M. Kornbluth: Gladiatore in legge che innova, anzi stravolge, restando fermo con le radici infisse nei canoni tradizionali della fantascienza. Imperativo categorico. Ne esitono varie versioni in circolazione.

di Mauro Antonio Miglieruolo

*

*

*

*

*

*

*

*

*

*

*

*

*

Le copertine sono di Frank R. Paul

Miglieruolo
Mauro Antonio Miglieruolo (o anche Migliaruolo), nato a Grotteria (Reggio Calabria) il 10 aprile 1942 (in verità il 6), in un paese morente del tutto simile a un reperto abitativo extraterrestre abbandonato dai suoi abitanti. Scrivo fantascienza anche per ritornarvi. Nostalgia di un mondo che non è più? Forse. Forse tutta la fantascienza nasce dalla sofferenza per tale nostalgia. A meno che non si tratti di timore. Timore di perdere aderenza con un mondo che sembra svanire e che a breve potrebbe non essere più.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.