Il Grup Yorum in Italia?

Un appello del «Comitato Solidale Grup Yorum»

Abbiamo la possibilità nell’ultima settimana di settembre 2021 di far venire in Italia da Parigi dieci membri del Grup Yorum per una settimana durante la quale pensiamo di organizzare uno o più concerti oltre a riunioni, dibattiti e conferenze stampa.

Per realizzarlo nel miglior modo possibile abbiamo bisogno del tuo aiuto.

Grup Yorum è un gruppo musicale sulla scena da decenni e si è sempre schierato con i lavoratori ed il popolo turco. Per questo motivo fin dalla sua nascita è sempre stato preso di mira dal governo e combattuto con ogni mezzo possibile: arresti, torture, uccisioni. (*)

Il Comitato italiano di Solidarietà con Grup Yorum ha seguito le vicende del gruppo cercando in tutti i modi possibili di farlo conoscere, di far crescere la solidarietà in Italia, denunciando la repressione nei loro confronti da parte del governo Erdogan.

Oggi è aperta la possibilità che diversi componenti del Grup Yorum possano arrivare in Italia ed in particolare in alcune città, come Roma e Lecce e Cagliari.

Questo evento – nonostante il fatto che i membri del Gruppo non chiedano soldi – ha comunque delle spese a partire dal trasferimento in Italia dei dieci membri, dall’ospitalità, dall’organizzare concerti (amplificazione e trasferte), pubblicizzare le diverse iniziative che vorremmo venissero svolte.

Crediamo che valga la pena investire in questo progetto, che potrà realizzarsi meglio con la vostra attiva solidarietà. Per questo motivo chiediamo adesioni di gruppo o individuali, chiediamo altresì contributi economici, sostegno alla raccolta fondi tra amici, compagni, gruppi con cui siete in contatto. Vorremmo che questa proposta diventasse collettiva, un patrimonio politico ed umano che possa arricchire il panorama della solidarietà in tutto il Paese.

Comprendiamo il complesso e difficile momento che stiamo vivendo per la questione del Covid e tutto quel che gira attorno, ma proprio per questo crediamo valga la pena spenderci in questo progetto e valga la pena che in tanti si mettano in gioco al nostro fianco, al fianco delle compagne e compagni del Grup Yorum.

Questo sforzo lo facciamo e chiediamo solidarietà nel nome dei martiri che hanno messo in gioco la loro vita per una Turchia diversa, lo facciamo nel nome dei prigionieri e delle prigioniere che ancora si trovano nelle prigioni di Erdogan.

Qualora non riuscissimo, per qualsiasi motivo, ad organizzare gli eventi e a far venire in Italia i membri di Grup Yorum tutti i contributi raccolti verranno versati direttamente a loro.

Non lasciamoli soli, non restiamo soli.

Comitato Solidale Grup Yorum

(*) Qui in “bottega” ne abbiamo scritto spesso. Vedi Grup Yorum: voce dei popoli oppressi, Il fascista Erdogan, la Resistenza in Turchia e noi, Ibrahim Gokcek è morto, L’assassino si chiama Erdogan, Helin Bölek: Bella Ciao per sempre, Cosa fare contro il fascista Erdogan?, Turchia: digiuno e morte. Mobilitiamoci ora

 

La Bottega del Barbieri

2 commenti

  • Mandate questo appello alla Corale Santa Maria di Bogliasco (gianni.brunner@gmail.com), ad Amedeo Gagliardi del Coordinamento per Quarto (gagliardiamedeo@gmail.com), a Mirco Bonomi del Teatro dell’Ortica (organizzazione@teatrortica.it).

  • Una buona notizia
    Grup Yorum suonerà in Italia: il 25 a Roma, il 27 a Cagliari, il 29 a Bari e il 2 ottobre a Lecce. 
    Racconteranno anche la #resistenza degli scioperi della fame fino alla morte (#deathfast) e del martirio di Helin Bölek e Ibrahim Gökçek.
    Chiediamo insieme a loro la #liberazione dei componenti di Grup Yorum: Betül Varan, Seher Adıgüzel e Emel Yeşilırmak.
    Chiediamo la libertà di #AliOsmanKöse prigioniero da 37 anni in Turchia e di #GeorgesAbdallah prigioniero da 37 anni in Francia.
    Daremo già domani notizie più precise su luoghi e orari.
    Comunque per info o donazioni (per contribuire alle spese) consultate la pagina del Comitato solidale Grup Yorum.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *