«Il sistema di accoglienza in Italia. Esperienze, resistenze, segregazione»

Un libro e una pagina utile

RICEVO QUESTA SEGNALAZIONE: io non sono su Facebook ma penso possa interessare chi c’è. [db]

 

Abbiamo creato questa pagina (di cui tutte le autrici ed autori del libro sono amministratori) per due motivi:

1) raccogliere qui le richieste per discussioni e presentazioni del libro e qualunque altra informazione riguardante il libro stesso, pubblicato da Orthotes Editrice

2) raccogliere anche qui notizie, segnalazioni, informazioni, dati sul sistema di accoglienza in Italia, per continuare anche qui il lavoro di documentazione e divulgazione che già facciamo in tante e tanti.

IN RETE IL LIBRO SI PRESENTA COSI’

Il sistema di accoglienza in Italia. Esperienze, resistenze, segregazione

Curatore: G. Avallone

Editore: Orthotes

Collana: Ecologia politica

In commercio dal: 20 luglio 2018

Migrazioni e accoglienza sono state trasformate in un affare economico e politico. Trafficanti, mondo delle imprese, politici, e addirittura una parte dei gestori dei centri di accoglienza, alimentano i propri affari sulla pelle delle persone migranti, le quali, trattate come fossero merce di scambio (tanto economico quanto ideologico), scompaiono in questo gioco al massacro di cui sono solo oggetto. E, insieme, scompaiono dall’attenzione i rapporti di potere nei quali esse si muovono. Questo libro rompe questa costruzione coloniale, che riduce le persone migranti al silenzio, e lo fa attraverso una presa di parola collettiva, eretica e meticcia. A scrivere, spiegare e far comprendere cosa accade sono, insieme, persone che hanno vissuto nel sistema di accoglienza, mediatori e mediatrici linguistico-culturali, attiviste ed attivisti, lavoratori e lavoratrici del settore, avvocati, ricercatori. Sapendo che bisogna superare il sistema attuale, nel nome della giustizia sociale e della partecipazione, contro le politiche razziste e xenofobe che si stanno imponendo in Italia e nel resto d’Europa.

Nel volume sono raccolti contributi di attivisti, attiviste, ricercatori, mediatori e mediatrici culturali, avvocati, operatrici e operatori sociali (Yasmine Accardo, Ex-Opg Je So’ pazzo, Rocco Agostino, Vanna D’Ambrosio, Karima Sahbani, Adelina Galdo, Salvatore Casale, ASD Atletico Brigante, Daouda Niang, Pierre Dimitri Meka, Alagie Jinkang e Gennaro Avallone) .

QUI UNA RECENSIONE:

http://effimera.org/laccoglienza-italia-superare-lemergenza-liberare-le-migrazioni-gennaro-avallone/

LA FOTO – ripresa da Effimera.org – venne scattata al confine tra la Serbia e l’Ungheria nell’agosto 2015 (Reuters-Balogh)

Redazione
La redazione della bottega è composta da Daniele Barbieri e da chi in via del tutto libera, gratuita e volontaria contribuisce con contenuti, informazioni e opinioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.