Intervista a Philip Dick (post mortem)

E infatti “tutta la città” [anzi «tutta l’umanità»] ne parla

Ecco a cosa servono gli amici veri: ben due di loro – Fausto e Giorgio – mi hanno informato che su Radiotre è stato intervistato Philip Dick; è accaduto sabato (mentre io, del tutto inconsapevole ero allo spazio Grottarossa di Rimini dove fra l’altro avrei poi raccontato due storie dickiane). E’ accaduto a «Tutta l’umanità ne parla» in una puntata dal titolo «Quale futuro ci aspetta?», in stile dunque (chi le ricorda?) “Le interviste impossibili”.  PKDick era in compagnia di altri “morti” interessanti: Steve Jobs, Isaac Asimov e un tal MacLuhan (se non li conoscete qui sotto grazie a Giorgio vi ho “wikipediato”, voce dell’ambiguo neo-verbo “informarsi pigramente”).

Tutta l’umanità ne parla 4.11.2017- Jobs & Dick & Asimov http://www.rai.it/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-e2e80a06-2882-45aa-9f03-c4310c54e2cf.html

ALTRI LINKS

https://it.wikipedia.org/wiki/Marshall_McLuhan

https://it.wikipedia.org/wiki/Philip_K._Dick

https://it.wikipedia.org/wiki/Steve_Jobs

https://it.wikipedia.org/wiki/Isaac_Asimov

ENTRAMBE LE IMMAGINI SONO RIPRESE DALLA RETE

 

db
Un piede nel mondo cosiddetto reale (dove ha fatto il giornalista, vive a Imola con Tiziana, ha un figlio di nome Jan) e un altro piede in quella che di solito si chiama fantascienza (ne ha scritto con Riccardo Mancini e Raffaele Mantegazza). Con il terzo e il quarto piede salta dal reale al fantastico: laboratori, giochi, letture sceniche. Potete trovarlo su pkdick@fastmail.it oppure a casa, allo 0542 29945; non usa il cellulare perché il suo guru, il suo psicologo, il suo estetista (e l’ornitorinco che sonnecchia in lui) hanno deciso che poteva nuocergli. Ha un simpatico omonimo che vive a Bologna. Spesso i due vengono confusi, è divertente per entrambi. Per entrambi funziona l’anagramma “ride bene a librai” (ma anche “erba, nidi e alberi” non è malaccio).

2 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.