La persona peggiore del mondo – Joachim Trier

(visto da Francesco Masala) un film norvegese e un cortometraggio di animazione dal Pakistan

sarà una delusione per chi si aspetta una commedia giovanilistica, stupidamente romantica, e strapparisate e strappalacrime, che ti dimentichi dopo 10 minuti dall’uscita del cinema.

invece sarà un piacere per chi non si aspetta una commedia giovanilistica, stupidamente romantica, e strapparisate e strappalacrime, che ti dimentichi dopo 10 minuti dall’uscita del cinema.

si tratta di un film serio, nel quale si raccontano rapporti umani, amori che vanno e che vengono, mai in modo superficiale, anzi in modo profondo, ti affezioni a Julie e Aksel, il loro sarà stato l’amore della vita.

è solo in una trentina di sale, ma lo sforzo di raggiungere la sala più vicina a casa sarà ripagato di sicuro.

buona (d’amorosi sensi) visione.

https://markx7.blogspot.com/2021/11/la-persona-peggiore-del-mondo-joachim.html

 

Francesco Masala
una teoria che mi pare interessante, quella della confederazione delle anime. Mi racconti questa teoria, disse Pereira. Ebbene, disse il dottor Cardoso, credere di essere 'uno' che fa parte a sé, staccato dalla incommensurabile pluralità dei propri io, rappresenta un'illusione, peraltro ingenua, di un'unica anima di tradizione cristiana, il dottor Ribot e il dottor Janet vedono la personalità come una confederazione di varie anime, perché noi abbiamo varie anime dentro di noi, nevvero, una confederazione che si pone sotto il controllo di un io egemone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *