La poesia febbrile di Scipione

di Sandro Sardella

#00000a;"> 

#00000a;">tra i tanti libri allineati che l’occhio percorre e la mano accarezza

#00000a;">e spolvera .. appare un esile volumetto .. un poco attempato ..

#00000a;">bianco con qualche macchiolina giallina .. #00000a;">SCIPIONE : “CARTE

#00000a;">SEGRETE” – #00000a;">Giulio Einaudi Editore – Collana di Poesia 177 – 1982

#00000a;">.. con una ricca coinvolgente introduzione di Amelia Rosselli e

#00000a;">una dotta nota di Paolo Fossati ..

#00000a;">in uno di questi giorni della primavera”Stai In Casa” sono ..

#00000a;">sono catturato da alcuni versi in copertina: .. #00000a;">“La terra è secca,

#00000a;">ha sete / e si spacca: / .. “ #00000a;">e .. così .. sfogliando trovo tra le 10

#00000a;">poesie .. una energia e una quieta disperazione di un tempo

#00000a;">fragile .. Scipione (Gino Bonichi 1904-33) noto soprattutto come

#00000a;">pittore .. la sua breve presenza a Roma alla fine degli anni venti

#00000a;">del secolo scorso costituisce uno dei momenti più incisivi e

#00000a;">intensi della giovane arte figurativa in un momento di fruttuosi

#00000a;">scambi fra pittura letteratura e critica .. lascia una manciata di

#00000a;">scritti tra pagine di diario e alcune lettere agli amici pittori come

#00000a;">Mafai, De Libero, Mazzacurati , .. o al critico Enrico Falqui (che

#00000a;">per primo raccoglierà gli scritti di Scipione) .. pochi quadri e

#00000a;">pochi disegni ..

#00000a;">questo scarno tesoro di parole è il bacio di un cigno .. nei

#00000a;">cortili silenziosi del Sanatorio di Arco .. nei giardini nascosti ..

#00000a;">nelle piazze dell’Urbe .. misteri e rivelazioni febbrili e sublimi ..

#00000a;">*

#00000a;">Estate

#00000a;">La terra è secca, ha sete

#00000a;">e si spacca.

#00000a;">Sui labbri dei crepacci

#00000a;">le lucertole arroventate

#00000a;">corrono in fiamme.

#00000a;">Le stelle cadono accese

#00000a;">per bruciare il mondo,

#00000a;">ma nessuno tende le mani per abbracciarle

#00000a;">e si smorzano, tuffandosi nel buio.

#00000a;">La carne cerca nelle carni

#00000a;">le sorgenti

#00000a;">e trova gli occhi

#00000a;">che si schiudono come fiori.

#00000a;">E la sonagliera dei grilli,

#00000a;">la notte,

#00000a;">ci porta incontro al sole

#00000a;">che ci trafiggerà

#00000a;">con le sue mille frecce.

#00000a;">Aspetto che finisca

#00000a;">e nell’attesa

#00000a;">mi sento abbacinato

#00000a;">come un foglio bianco

#00000a;">su cui picchi il sole.

#00000a;">La terra è secca, ha sete

#00000a;">e la notte è nera e perversa.

#00000a;">Cristo, dalle da bere,

#00000a;">ché vuol peccare

#00000a;">e farsi perdonare.

#00000a;">*

#00000a;">Solstizio

#00000a;">Mise le mani per terra ed era simile

#00000a;">ad una bestia.

#00000a;">La terra ha tutti i nascondigli,

#00000a;">gli scarabei ronzano nell’aria.

#00000a;">La testa alla radice dei capelli brucia,

#00000a;">le spalle si aprono, le viscere si commuovono.

#00000a;">Non ci sono voci:

#00000a;">la terra s’alza, il ventre suona vuoto,

#00000a;">i seni s’allungano, precipitano verso terra,

#00000a;">le dita ritorte dei piedi,

#00000a;">i ginocchi, le dita delle mani toccano la terra.

#00000a;">Il sole si è fermato

#00000a;">lungo le reni. Corre un vento pieno di polline.

#00000a;">*

#00000a;">“Tutto ci abbandona …”

#00000a;">Tutto ci abbandona a nostra insaputa.

#00000a;">Il sangue corre nel cerchio chiuso.

#00000a;">Le membra del giovane sono belle,

#00000a;">la sua mente è chiara e serena,

#00000a;">ma i vizi degli altri scrivono in nero

#00000a;">e nei laghi degli occhi

#00000a;">nuotano anguille cattive.

#00000a;">La canna leggera, verde e bianca,

#00000a;">non sa dove appoggiarsi

#00000a;">ma non può cadere.

#00000a;">le giunture si piegano con mollezza:

#00000a;">tutto si realizza e tutto si perde.

Redazione
La redazione della bottega è composta da Daniele Barbieri e da chi in via del tutto libera, gratuita e volontaria contribuisce con contenuti, informazioni e opinioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.