L’angoscia del re Salomone – Romain Gary

1

una storia molto francese, un telefono amico chiamato SOS Benevoli, un ricco benefattore, una storia d’amore che ha origine durante l’occupazione nazista di Parigi, un tassista, un amore in generale, con la signorina Cora, 65 anni, un amore con Aline, che all’inizio non capisce è gelosa, re Salomon (Rubinstein) che vuole fare del bene, a tutti i costi, alleviare il peso e le difficoltà della vita (“è una vergogna, il mondo diventa ogni giorno più pesante da portare”), appaiono qualche volta anche le Brigate Ross e l’assassinio di Moro, Romain Gary, cita un suo libro, e ci sta benissimo (per chiunque altro sarebbe stato troppo, per lui no, è una cosa naturale), insomma un libro bellissimo, non ti stacchi più, e ti dispiace che arrivi la fine.

Romain Gary non delude mai, è una gioia, un’emozione e un privilegio leggere i suoi libri.

buona lettura!

 

http://stanlec.blogspot.it/2015/09/langoscia-del-re-salomone-romain-gary.html

Francesco Masala
una teoria che mi pare interessante, quella della confederazione delle anime. Mi racconti questa teoria, disse Pereira. Ebbene, disse il dottor Cardoso, credere di essere 'uno' che fa parte a sé, staccato dalla incommensurabile pluralità dei propri io, rappresenta un'illusione, peraltro ingenua, di un'unica anima di tradizione cristiana, il dottor Ribot e il dottor Janet vedono la personalità come una confederazione di varie anime, perché noi abbiamo varie anime dentro di noi, nevvero, una confederazione che si pone sotto il controllo di un io egemone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.