Libertari in movimento: due appuntamenti

1 – Iniziano oggi a Castel Bolognese gli incontri «Vaso, creta o fiore?»; 2 – Domani a Imola convegno storico sulla Fai (1945-2015): «memoria militante, esperienze territoriali»

dal20ottobre-volantino

Vaso, creta o fiore? Educare alla libertà

Incontri sulla educazione libertaria organizzati dalla Biblioteca Borghi

La Biblioteca libertaria “Armando Borghi” (BLAB) – in collaborazione con l’Assemblea degli anarchici imolesi e la Biblioteca comunale “Luigi Dal Pane” di Castel Bolognese – organizza un ciclo di 5 incontri sulla educazione libertaria. Titolo del ciclo è «Vaso, creta o fiore? Educare alla libertà».

L’iniziativa si colloca nell’ambito delle celebrazioni del centenario della fondazione della “Biblioteca Libertaria” di Castel Bolognese, avvenuta nel 1916 a opera di un gruppo di giovani anarchici raccolti attorno a Nello Garavini.

Nel pensiero libertario e nella storia del movimento anarchico il tema della educazione ha sempre avuto un ruolo centrale e di grande rilievo. Esiste quindi una lunga tradizione a cui rifarsi, che continua ad aggiornarsi e arricchirsi, e che merita di essere conosciuta e approfondita, in grado di fornire – almeno in parte – ancora risposte valide e spunti per il presente. Il tema dell’educazione libertaria appare comunque di notevole rilevanza e attualità soprattutto oggi, in un contesto caratterizzato dalla crisi della scuola istituzionale tradizionale e dalla nascita – in molti paesi del mondo e anche in Italia – di esperienze di nuove ‘comunità educanti’ autogestite. A presentare queste esperienze e a discutere delle problematiche ad esse legate saranno coinvolti dei relatori particolarmente qualificati. Di fatto, si tratta del primo ciclo di incontri di questo genere a livello nazionale, inteso come momento di riflessione ad ampio raggio e rivolto a un pubblico vasto, essendoci stati finora soltanto degli incontri tra addetti ai lavori (in particolare nell’ambito della “Rete per l’educazione libertaria”).

Gli incontri sono aperti a tutti. Sono invitati in particolare insegnanti, studenti, genitori, più in generale chiunque lavori nel mondo della scuola e della formazione e/o abbia interesse per i temi pedagogici e della educazione.

Curatore del ciclo è Andrea Papi, educatore e saggista, socio della BLAB. Gli appuntamenti previsti sono:

1) venerdì 21 ottobre, ore 20.30

Teatrino del Vecchio Mercato, via Rondanini 19, Castel Bolognese

conferenza pubblica e dibattito con Francesco Codello: «La buona educazione – educare e auto/educarsi»

2) venerdì 4 novembre, ore 20.30

Teatrino del Vecchio Mercato, via Rondanini 19, Castel Bolognese

conferenza pubblica e dibattito con Giulio Spiazzi: Rel (Rete per l’educazione libertaria) una realtà

3) sabato 5 – ore 15 – e domenica 6 novembre, dalle 9.30

Archivio storico della Fai, via Fratelli Bandiera 19, Imola

seminario con Gabriella Prati e Giulio Spiazzi: «La realtà della rete Rel: metodologie, tendenze, prospettive»

4) sabato 26, ore 15, e domenica 27 novembre, dalle 9.30

Archivio storico Fai, via Fratelli Bandiera 19, Imola

seminario con Maurizio Giannangeli e Rino Ermini: «Insegnanti di convinzione libertaria nelle scuole istituzionali (problematiche)»

5) venerdì 16 dicembre, ore 20.30

Teatrino del Vecchio Mercato, via Rondanini 19, Castel Bolognese

conferenza pubblica e dibattito con Stefano d’Errico e Luciano Nicolini: «Il sindacalismo libertario in lotta contro l’autoritarismo scolastico istituzionale».

In concomitanza con il ciclo d’incontri, dal 21 ottobre nei locali della Biblioteca comunale di Castel Bolognese, è allestita un’esposizione di testi e documenti dedicati all’educazione libertaria, forniti dalla “Armando Borghi” e dall’Archivio storico della Federazione Anarchica Italiana (Imola)

Per ulteriori info e per iscrizione ai seminari (obbligatoria per partecipare) contattare Andrea Papi: 0543 60404, papiandrea@gmail.com

Sito web: http://bibliotecaborghi.org

 

22ottobre-convfai

«FEDERAZIONE ANARCHICA ITALIANA (1945-2015): MEMORIA MILITANTE, ESPERIENZE TERRITORIALI»

CONVEGNO STORICO NEL SETTANTESIMO DELLA FONDAZIONE

22 OTTOBRE 2016, IMOLA – Sala dell’Annunziata, via Fratelli Bandiera, 17/A

Al congresso di Carrara (14-20 settembre 1945) nasceva la Fai. Dopo la Resistenza gli anarchici riprendevano il filo del loro discorso rivoluzionario nel nuovo contesto politico e sociale italiano. Decimati nella lunga lotta antifascista, sconfitti nella guerra di Spagna, spettatori inermi della bolscevizzazione del movimento operaio, i vecchi militanti si apprestavano al duro passaggio dal protagonismo di massa primo novecentesco alla testimonianza. Così il movimento si rigenerava in una sorta di “neo-anarchismo” attraverso contaminazioni culturali con la sinistra eretica degli anni Cinquanta, con i movimenti di contestazione dei decenni successivi. Nel lungo Sessantotto italiano e fino all’era della globalizzazione, nuove generazioni raccoglievano il testimone di lotta e di impegno contribuendo a sedimentare identità e controculture sovversive libertarie, fino agli albori del nuovo millennio. Alcuni fra i militanti attivi e presenti negli ultimi decenni ne discutono oggi attraverso tre chiavi interpretative principali: l’indagine storiografica, la memoria individuale, la riproposizione delle esperienze organizzative territoriali

PROGRAMMA

ore 9,30

ASFAI, saluto e introduzione ai lavori

La memoria militante

discussant: Giorgio Sacchetti

contributors: Mariella Bernardini, Antonio Cardella, Tiziana Casati, Federico De Nitto, Rino Ermini, Aurora Failla, Ludovico Fenech, Giovanna Gervasio, Pippo Gurrieri, Gianni Landi,  Alfredo Mazzucchelli, Enrico Moroni, Leonardo Muggeo, Patrizia Nesti, Soledad Nicolazzi, Massimo Ortalli, Settimio Pretelli, Fausto Saglia, Alfredo Salerni, Cosimo Scarinzi, Walter Siri, Alfredo Taracchini, Cristina Valenti. 

Ore 13 – pausa

ore 15

Esperienze organizzative territoriali

discussant: Franco Schirone

contributors:Enrico Calandri, Francesco Fricche, Comidad, Giordano Cotichelli, Andrea Ferrari, Massimiliano Ilari, Domenico Liguori, Jorio Medici, Italino Rossi, Maurizio Zicanu.

ore 16,30

La Fai e gli snodi storici del secondo Novecento

discussant: Italino Rossi

contributors: Tiziano Antonelli, Franco Bertolucci, Massimiliano Ilari, Giorgio Sacchetti, Franco Schirone, Massimo Varengo, Claudio Venza.

ore 18

Pubblico dibattito

ASFAI, conclusione dei lavori

Redazione
La redazione della bottega è composta da Daniele Barbieri e da chi in via del tutto libera, gratuita e volontaria contribuisce con contenuti, informazioni e opinioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.