L’umanoide – Aldo Lado

(visto da Francesco Masala) riguardiamo, online, un film molto sottovalutato

un film un po’ pazzo, secondo i canoni della fantascienza, ma Aldo Lado non è un regista di fantascienza.

si corre a 100 all’ora poi ci si ferma, si riparte, si rallenta, fino all’ultima sparatoria galattica, senza prigionieri.

dipende da cosa uno si aspetta, una coerenza, un’americanata, chissà, ma un paio d’ore di divertimento non mancheranno, o ignoto spettatore che se ne frega del fantascientificamente corretto.

per alcuni più ispirato a Bud Spencer che a Lucas, ci sono i buoni e i cattivi, le cose misteriose, l’avventura, che sono le cose importanti in un film così, a me è piaciuto abbastanza.

musica di Ennio Morricone.

buona (non fantascientificamente corretta) visione.

QUI il film completo

https://markx7.blogspot.com/2021/08/lumanoide-aldo-lado.html

 

 

Francesco Masala
una teoria che mi pare interessante, quella della confederazione delle anime. Mi racconti questa teoria, disse Pereira. Ebbene, disse il dottor Cardoso, credere di essere 'uno' che fa parte a sé, staccato dalla incommensurabile pluralità dei propri io, rappresenta un'illusione, peraltro ingenua, di un'unica anima di tradizione cristiana, il dottor Ribot e il dottor Janet vedono la personalità come una confederazione di varie anime, perché noi abbiamo varie anime dentro di noi, nevvero, una confederazione che si pone sotto il controllo di un io egemone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *