Matrice di morte

Ricevo da Fabrizio Melodia, più noto come Astrofilosofo questa “poesiola” (dice lui) “ispirata al mondo di Matrix” e volentieri la “posto”. Segue una tremenda minaccia da far impallidire i residui Maya; scrive Fabrizio: “farà parte di una raccolta poetica ispirata a vari personaggi della letteratura, dei fumetti e del cinema. Si intitolerà Marvels (dovuto, in quanto una buona parte di quelle già scritte prende ispirazione dall’universo marvelliano)”. Abbandonate la galassia o, se avete tempra, fermate Fabrizio. Eh-eh. (db)

MATRICE DI MORTE

Non avete altro da vedere
siete solo al centro
di un immenso mare
di niente

Un mondo senza confini
non vi sono altre cose
da programmare

il sistema è in pezzi
ci siamo svegliati
dal nostro Incubo Digitale

siamo noi
ad avervi creati
nei giorni bui
quando voi macchine
nasceste a vita senziente

Siamo noi Umani
ad avervi reso schiave
siamo noi
ad avervi soffocato

eppure non ci avete ucciso
non solo perchè vi oscurammo
ogni raggio di sole

ci avete imprigionato
per proteggervi da noi stessi
affinchè vivessimo in simbiosi

L’Eletto ora ci ha indicato
la strada maestra
oltre il muro del sogno
in cui eravamo immersi

Egli è morto per noi
per un mondo di pace
tra l’ umano e il meccanico

nuova fusione
in un mondo da costruire

Così parla Morpheus
ultimo umano
dei campi di coltivazione

Mentre scrivo
la nuova Zion è rinata
splendente di un futuro
fatto di esseri nuovi

Il diverso ora è uno
nel tutto

Ora anch’io raggiungerò l’Eletto
la dolce Trinity
la mia bellissima e perduta Niobe

Sarò con loro
dinanzi al Cancello di Fuoco
del Sole Nuovo
oltre le nuvole bianche
prive del manto d’ombra.

Redazione
La redazione della bottega è composta da Daniele Barbieri e da chi in via del tutto libera, gratuita e volontaria contribuisce con contenuti, informazioni e opinioni.

Un commento

  • Fabrizio Melodia

    Grazie infinite, DB!!! So che questo forse non è il momento più indicato, ma con questa mia lirica voglio comunque sottolineare lo schifo per la nostra attuale politica destroide che continua a infestare il Paese e l’Estero. Un saluto e una dedica a un vero “operatore di pace” come Vittorio ^_______^

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.