Mini dossier fantascienza – 7

a cura di Mauro Antonio Miglieruolo

Ancora Immagini. Ancora la nostalgia. I tempi grigi di allora che assumono oggi colore proprio in ragione di quelle copertine che custodivano quei piccoli armadi di sogni che erano i fascicoli delle pubblicazioni di fantascienza.
Le copertine vere in realtà oggi appaiono sbiadite. I colori che hanno travasato nella realtà si sono invece fatti più vivi, più intensi.

I colori della speranza…

L’immagine è citata nell’articolo di oggi alle ore 12. Il numero uno di Urania Rivista, una delle collane rimaste nei ricordi dei fantascientisti italiani
***
Il buon lavoro di Stefania Guglieman mi ha permesso di riproporla

*
*
*
Passiamo ora a un’altro numero UNO. Quello meraviglioso di Galassia Udine che ricordo con immutato piacere.

Con tanti ringraziamenti all’infaticabile amico Luigi Petruzzelli

*
*
*
E infine una vera perla. Il numero Uno di Scienza Fantastica. Il cruscotto di un aereo, una V2 e un sole incendiato per dare modo a una coppia di umanissimi alieni di campeggiare in primo piano. La prova che con poco sforzo si può ottenere molto. O viceversa.

sempre grazie a Luigi

Miglieruolo
Mauro Antonio Miglieruolo (o anche Migliaruolo), nato a Grotteria (Reggio Calabria) il 10 aprile 1942 (in verità il 6), in un paese morente del tutto simile a un reperto abitativo extraterrestre abbandonato dai suoi abitanti. Scrivo fantascienza anche per ritornarvi. Nostalgia di un mondo che non è più? Forse. Forse tutta la fantascienza nasce dalla sofferenza per tale nostalgia. A meno che non si tratti di timore. Timore di perdere aderenza con un mondo che sembra svanire e che a breve potrebbe non essere più.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.