Muri, tortellini, crocifissi

La rubrica settimanale (con brevi testi e fotomontaggi) di Chief Joseph: 59° appuntamento

A Lima, la capitale del Perù, c’è un muro che separa una zona molto ricca, piena di ville con piscina, da una poverissima, fatta di baracche in legno e lamiera, senza elettricità e acqua corrente. La costruzione del muro venne iniziata nel 1985 per bloccare l’esodo dei contadini dalla campagna; successivamente è stato allungato sempre di più dagli abitanti dei facoltosi quartieri per isolarsi. Il muro è lungo 10 chilometri e alto tre metri: è diventato un simbolo delle ingiustizie sociali, tanto da essere soprannominato el muro de la vergüenza, il muro della vergogna.

* l’ultima frase è dello scrittore Anatole France

 

 

A Bologna, in occasione della festa di san Petronio, patrono della città, è stato proposto “il tortellino dell’accoglienza” con il pollo al posto del maiale per gli islamici che non mangiano suini. Più o meno in contemporanea Stefano Russo, Segretario generale della CEI (insomma dei vescovi italiani) ha detto: «il crocefisso in aula non è assolutamente un simbolo divisivo. Non si tratta di una pratica confessionale, ma di civiltà e appartenenza ad una cultura intrisa di Cristianesimo». Insomma il maiale divide e il crocefisso unisce.

A lato di Chief Joseph la foto di monsignor Stefano Russo.

 

L’AUTORE 

Chief Joseph – o se preferite Capo Giuseppe – è stato una guida (militare e spirituale) dei Nasi Forati, un popolo nativo americano. Si chiamava in realtà Hinmaton Yalaktit, che in lingua niimiipuutímt significa Tuono che rotola dalla montagna. Da tempo riceviamo molti contributi alla “bottega” firmati Chief Joseph. Sono fotomontaggi per dialoghi immaginari (spesso volutamente anacronistici) a commentare una notizia o un breve testo. Ci piacciono per l’estrema sintesi e la contrapposizione fra mondi diversi. Così la “bottega” ha chiesto a Chief Joseph di prendersi uno spazio fisso (come hanno da tempo le vignette di Energu) e lui ha accettato: faremo il mercoledì mattina. [db]

 

Redazione
La redazione della bottega è composta da Daniele Barbieri e da chi in via del tutto libera, gratuita e volontaria contribuisce con contenuti, informazioni e opinioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.