Naufragare in questo mare – di Mark Adin

Un saluto con la sirena, avvicinarsi troppo alla terra. La chiglia si apre come una scatoletta di tonno, sventrata dallo scoglio fatale. Non è niente, tutto sotto controllo, siate ottimisti e soprattutto non spingete. Il comandante è già a terra, è fra i primi a sbarcare, non è uno all’antica. Corridoi che si impennano diventando camini. Tagliate le funi con il coltello, che la scialuppa non scende! Il comandante ha telefonato alla mamma, sta bene. I passeggeri raccomandano l’anima a Dio, Allah, Jehova, Piero Angela, Buddha, e alla Trimurti. E’ un bastimento carico di cittadini, molti extracomunitari,  epperò di quelli buoni, che sbarcano a Malaga e non a Lampedusa. Quelli che ci han la cabina e si siedono a tavola col comandante.

La copertura mediatica è forte. I CIE non servono, che c’è la CBS. Si evoca sfiga. Durante il varo la bottiglia non si è rotta, non fan più lo champagne di una volta. La Francia non è più quella di Dom Perignon, meglio la Franciacorta. Porta male quando accade così. Micragnosi maledetti! Se aveste usato una magnum o un nabucodonosor o una geroboam  non sarebbe successo: il suo peso l’avrebbe certamente portata ad infrangersi su quella fiancata su cui, come non fosse bastato, ci avete pure scritto “Concordia” un nome che si capisce da subito che porta sfortuna. Bisognava scriverci “Odio”, oppure “Scemo chi legge”, o semplicemente “Partito Democratico”. Brindate con spumante italiano! E poi, c’era proprio bisogno di prendere a bordo tutti quei pakistani in cucina? Quelli bisogna proprio salvarli con gli altri? Maroni mandali via! Mica c’è più Maroni, è lì nella Tele da Fazio. Voi non spingete, non fate casino, tanto sono finiti i giubbotti salvagente.

Le sciagure del mare non son tutte uguali, nel canale di Sicilia sono morti a migliaia, ma è una storia passata. Lì c’erano gli scafisti, qui ci sta un vero comandante. In galera anche lui.

Questa nave è immensa, quasi cinquemila imbarcati, ce ne sarebbero stati cinquantamila se fosse partita dai porti della disperazione. Spreconi, che non siete altro, viziati!

Saranno contenti gli operai dei cantieri navali di Genova, che adesso, forse, la Costa Crociere gli darà del lavoro. Rientreranno gli scioperi e le minacce di bloccare la città. E stavolta al varo ci sarà quel faccin della Camusso, prenderà un bottiglione di Lambrusco, lo legherà a una lunga fettuccia rossa, lo lascerà andare sulla fiancata della nave battezzandola con un  nome più fortunato: “Potiomkin”. E Bonanni e Angeletti a gufare.

D’altronde lo scoglio  della Fiom può far naufragare qualsiasi trattativa, se non segnalato sulle carte. Bisogna che il comandante tenga bene la rotta, non tema di spingersi in acque profonde, eviti di avvicinarsi a facili approdi solo per salutare un sindaco in cerca di visibilità. A proposito: chi glielo dice a Renzi, che il simbolo della sua Firenze è, appunto, il giglio?

Ci sono pure quelli dei RIS, e anche dei NOCS, e quelli della SISAL che controllano che non si siano verificati brogli: al Superenalotto e al Lottoalleotto è uscito il novanta, la paura. Su tutte le ruote. Una squadra dell’Agenzia delle Entrate controlla che tutti quelli che toccano terra abbiano lo scontrino e la ricevuta fiscale, incroceranno i dati col cervellone Serpico. Bertolaso è stato prontamente sedato ed è al letto di contenzione, però senza massaggiatrice, in Trattamento Sanitario Obbligatorio. Berlusconi ha dichiarato di essere stato frainteso: solo i giornalisti di sinistra hanno capito che i campi da golf li voleva fare a Lampedusa. Stronzi. Giglio! Era al Giglio che li voleva fare!

Piange la Fornero, piange la vecchina, piange il cinese dalla Cina. Napolitano chiede che le forze politiche, responsabilmente, siano per la concordia. Qualcunaltro spera che siano sulla Concordia. La prossima crociera, dichiara l’armatore a Porta a Porta, avrà come meta il Triangolo delle Bermude, e non se ne parli più. La Santanchè si è già prenotata, Briatore le ha telefonato per segnalare che sarebbero meglio le Cayman, che sono un paradiso. Polimerici orgasmi.

Standard & Poor ci ha abbassato il rating. Tutti che ci chiediamo il perché. All’orizzonte un fil di fumo. Cio Cio San? No: fumus persecutionis

Mark Adin


Redazione
La redazione della bottega è composta da Daniele Barbieri e da chi in via del tutto libera, gratuita e volontaria contribuisce con contenuti, informazioni e opinioni.

7 commenti

  • Mark Adin tu sei un GENIO… e poi soprattutto ancora sto arivoltolato per tera(co’ una ere sola) dalle risate: il C.A.F. Costa air Force from Neapolis guidato da De Magistris(al quale notoriamente stan sui creapopoli il presidente toscano Rossi ed il sindaco fiorentino Renzi per non parlare di Saviano che cmq c’entra sempre con i suoi nazisionisti del Mossad)ha attaccato l’isola del Giglio perchè finalmente si riempissero gli alberghi dell’Argentario:per una volta la fattura la fa il “Covo delle Streghe”…. Questa te la rubo e la pubblico…ehehehehe

  • Il naufragio della Concordia, come metafora di quello della nostra Italietta, disastrata dai malgoverni, speriamo passati (per sempre?). Oltre alla terribile tragedia delle morti, una bella pubblicità per la prossima stagione turistica. Ma perchè non c’era nessuno dei nostri parlamentari su quella nave? Gia, tanto si sarebbero comunque salvati: le zucche vuote galleggiano…

  • Pacifici ci ha azzeccato: M. Adiin è un GENIO

  • Allora scrivo meglio: Mark Adin, pabuda (con le sue odi brevemente immense che accompagnano troppo poco spesso il nostro risveglio), Miglieruolo, Andrea Onig, DB, e tutti gli shampisti sono GENI… ed io arubbo diffondo e condivido ovunque posso,anzi mi stampo pure quasi tutto… Quando non vi leggo per qualche ora come scrive DB,non sto nella (stam)pelle …eheheh (sabato 21 a Torre Maura csoa Anarchico di Roma festa per i 20 anni dell’occupazione e rito Punk del lancio della stampella(che non mi serve piuuuuu yuuuhh) dal palco !!!

  • Concordo per il GENIO, ma di una genia INCAZZATA!!! Bravo MARK

  • ginodicostanzo

    Ahahah Ocram, sei travolgente…

  • Oniiiiiggg … Gino ce vieni sabato a Torre Maura? Anzi ci venite? ci saro’ prima di cena. Ci sentiamo magari su feis buk o per telefono. Besos!

Rispondi a Carlo Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.