NON

(Roba del Pabuda…)

 

#1d2228;">non parlo                                            

#1d2228;">se ho di meglio da fare.

#1d2228;">non parlo

#1d2228;">tanto per dire.

#1d2228;">non parlo

#1d2228;">se mi conviene ascoltare.

#1d2228;">non parlo

#1d2228;">se non ho avuto il tempo

#1d2228;">prima

#1d2228;">di pensare.

#1d2228;">non parlo

#1d2228;">per buona educazione,

#1d2228;">per abitudine

#1d2228;">o per convenzione.

#1d2228;">ma nemmeno: per obbedire

#1d2228;">o comandare.

.-.

(nell’illustrazione: Pabuda, Tutto sta nello sguardo, collage su cartoncino, 2005)

Pabuda
Pabuda è Paolo Buffoni Damiani quando scrive versi compulsivi o storie brevi, quando ritaglia colori e compone collage o quando legge le sue cose accompagnato dalla musica de Les Enfants du Voudou. Si è solo inventato un acronimo tanto per distinguersi dal suo sosia. Quello che “fa cose turpi”… per campare. Tutta la roba scritta o disegnata dal Pabuda tramite collage è, ovviamente, nel magazzino www.pabuda.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.