Pasquetta e scuola: il diavolo è in alto

La rubrica settimanale (con brevi testi e fotomontaggi) di Chief Joseph: 195esimo appuntamento

Una maestra con alle spalle vari TSO (trattamenti sanitari obbligatori) ha continuato a insegnare per quasi due anni nelle classi primarie dell’istituto comprensivo Carlo Levi di Roma. Uno dei suoi esercizi era chiedere agli alunni di disegnare cerchi per riprodurre i gironi dell’inferno e scriverci dentro il nome dei compagni che si volevano morti.

L’immagine del diavolo è tratta da “Nuova bussola quotidiana”

 

Il giorno di Pasquetta 27 persone disabili non hanno potuto salire (pur avendo prenotato) alla stazione Porta Principe di Genova perché alcuni viaggiatori si sono rifiutati di cedere il posto. Trenitalia ha comunicato: «si è preferito non forzare e mettere a disposizione bus alternativi». Per Giulia Boniardi di Haccade, l’associazione che accompagnava i disabili, «la responsabilità non è di chi non si è alzato, ma di chi non ha garantito il servizio».

In “bottega” cfr Il capolinea dell’umanità

 

L’AUTORE 

Chief Joseph – o se preferite Capo Giuseppe – è stato una guida (militare e spirituale) dei Nasi Forati, un popolo nativo americano. Si chiamava in realtà Hinmaton Yalaktit, che in lingua niimiipuutímt significa Tuono che rotola dalla montagna. Da tempo riceviamo molti contributi alla “bottega” firmati Chief Joseph. Sono fotomontaggi per dialoghi immaginari (spesso volutamente anacronistici) a commentare una notizia o un breve testo. Ci piacciono per l’estrema sintesi e la contrapposizione fra mondi diversi. Così la “bottega” ha chiesto a Chief Joseph di prendersi uno spazio fisso (come hanno da tempo le vignette di Energu) e lui ha accettato: faremo il mercoledì mattina. [db]

 

 

 

Redazione
La redazione della bottega è composta da Daniele Barbieri e da chi in via del tutto libera, gratuita e volontaria contribuisce con contenuti, informazioni e opinioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.