Pillole inattese per lunghe ore diverse

di Sandro Sardella

Giovanni Trimeri con stile disadorno quasi dimesso ..

con ironia sorniona .. ci passa parole asciutte innervate

di cultura alta meticciata di cultura bassa parlata devastata ..

in queste briciole di “breviario” inedite .. pensieri indifesi ..

un quasi diario agrodolce di uno che tiene cicatrici di quegli

anni là .. e, con secca compassionevole semplicità combatte

.. ancora .. il tempo involgarito e svuotato di questi tempi ..

pillole inattese per lunghe ore diverse ……………..

 

da: «Breviario per il tempo lento»

 

Scrivo per cancellare gli errori/orrori dentro

 

Molti urlano per coprire il rumore

dei loro sogni che cadono

 

La luna è di chi sogna

e i sogni portano in alto

 

Chiamami oggi! Alla mia età

non si amano i verbi

coniugati al futuro

 

Sbrecciare la realtà con la luce della poesia

 

La fantasia dei treni s’esprime negli scambi

 

Sangue sudore lacrime, ma anche bava e sputi:

i drammi umani si esprimono in liquami

 

Noi siamo – dicevi – finchè qualcuno ci ricorda”

 

Passato prossimo polveroso

presente indicativo annebbiato

 

Insonnia. Riassumo lentamente

qualche pagina della vita.

Ad ogni rintocco del campanile, un nuovo capitolo.

 

Passata la stagione

per sognare ori e allori

vivo l’età dei ricorrenti dolori

 

La vita, un fare e disfare

i piedi nel fango

e comunque sognare

 

UNA BREVE NOTA

Questa «nota d’acqua» – mi ha scritto Sandro nell’inviarmela – fa da cappello meglio da predella a una manciata di quasi aforismi del poeta Giovanni Trimeri (Fonzaso, Belluno, 1953) operatore culturale al Comune di Feltre; scrive poesie per grandi e piccini. Qualche libro: «Luoghi d’uso» – Campanotto Editore, 2000 e «Geografia minima» – Manni, 2007. Una poesia di segni e rughe e ceffoni.


Redazione
La redazione della bottega è composta da Daniele Barbieri e da chi in via del tutto libera, gratuita e volontaria contribuisce con contenuti, informazioni e opinioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.