Qui, Quo, Qua, l’estetica e la complessità

La rubrica del mercoledì (con brevi testi e fotomontaggi) di Chief Joseph: quinto appuntamento

«Anche la madre era una bella donna. Aveva quella tipica bellezza di chi conserva in tarda età gli stessi princìpi che aveva in gioventù. D’altronde questo è l’unico modo di invecchiare rimanendo belli» (da «Delitto e castigo» di Fëdor Dostoevskij)

«Vuoi essere felice? Ascolta. È facile, rinuncia a ciò in cui credi. Pigramente rifugiati nel ventre della massa come avvolto in una morbida placenta. Abiura le tue salde convinzioni, dà riposo al pensiero indagatore. Lasciati trascinare, come foglia nel vento, senza opporti né resistere. Annullati nel vuoto che sovrasta e vivrai appagato» Carlotta Rimini Mendel (scrittrice 1903-1992)

L’AUTORE 

Chief Joseph – o se preferite Capo Giuseppe – è stato una guida (militare e spirituale) dei Nasi Forati, un popolo nativo americano. Si chiamava in realtà Hinmaton Yalaktit, che in lingua niimiipuutímt significa Tuono che rotola dalla montagna. Da tempo riceviamo molti contributi alla “bottega” firmati Chief Joseph. Sono fotomontaggi per dialoghi immaginari (spesso volutamente anacronistici) a commentare una notizia o un breve testo. Ci piacciono per l’estrema sintesi e la contrapposizione fra mondi diversi. Così la “bottega” ha chiesto a Chief Joseph di prendersi uno spazio fisso (come hanno da tempo le vignette di Energu) e lui ha accettato: faremo il mercoledì mattina. [db]

 

Redazione
La redazione della bottega è composta da Daniele Barbieri e da chi in via del tutto libera, gratuita e volontaria contribuisce con contenuti, informazioni e opinioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.