Scor-date: 8 gennaio 1877, 1944, 1959, 1973, 1992

8 gennaio 1877: ultima battaglia di Cavallo Pazzo

8 gennaio 1944: processo contro 6 membri del Gran Consiglio del Fascismo

8 gennaio 1959: Fidel Castro entra all’Avana

8 gennaio 1973: scandalo Watergate

8 gennaio 1992: George H.W. Bush si ammala durante la sua visita in Giappone

di Energu (*)

Poteri(scor.)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

(*) Ricordo – per chi si trovasse a passare da qui per la prima volta – il senso di questo appuntamento quotidiano. Dall’11 gennaio 2013, ogni giorno (salvo contrattempi sempre possibili) troverete in blog a mezzanotte e un minuto una «scordata» – qualche volta raddoppia, pochi minuti dopo – di solito con 24 ore circa di anticipo sull’anniversario. Per «scor-data» si intende il rimando a una persona o a un evento che per qualche ragione il pensiero dominante e l’ignoranza che l’accompagna dimenticano o rammentano “a rovescio”. Ma qualche volta ci sono argomenti più leggeri che… sorridere non fa male.

Molti i temi possibili. A esempio, nel mio babelico archivio, sull’8 gennaio fra l’altro avevo ipotizzato: 1691: Alessandro VI ribadisce pena di morte per sacrileghi; 1781: scontro decisivo per Tupac Amaru; 1911: muore Pietro Gori; 1921: nasce Sciascia; 1923: nasce Weizenbaum; 1942: nasce Stephen Wawkins; 1963: la Gioconda negli Usa; 2002: Bush sospende Convenzione di Ginevra; 2013: decisione a Strasburgo sulla tortura.  E chissà a ben cercare quante altre «scordate» salterebbero fuori.

Molte le firme (non abbastanza forse per questo impegno quotidiano) e assai diversi gli stili e le scelte; a volte troverete post brevi: magari solo una citazione, una foto o un disegno. Se l’idea vi piace fate circolare le «scordate» o linkatele ma ovviamente citate la fonte. Se vi va di collaborare – ribadisco: ne abbiamo bisogno – mettetevi in contatto (pkdick@fastmail.it) con me e con il piccolo gruppo intorno a quest’idea, di un lavoro contro la memoria “a gruviera”. (db)

 

Redazione
La redazione della bottega è composta da Daniele Barbieri e da chi in via del tutto libera, gratuita e volontaria contribuisce con contenuti, informazioni e opinioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.