Scuola popolare di economia

«Tutela ambientale, filiere corte: alternative alla grande distribuzione organizzata»

Arezzo: 9 incontri dal 28 ottobre al 13 gennaio

Lunedì 28 ottobre parte l’ottava edizione della Scuola Popolare di Economia “Milvia Babbini” organizzata d socie/i di Banca Etica, gruppo di Iniziativa Territoriale di Arezzo.

Il titolo di questa edizione è «Tutela ambientale, filiere corte: alternative alla grande distribuzione organizzata» con un programma di 9 incontri-lezioni fra analisi critiche ed esempi concreti di realtà di economia solidale, per cercare di chiarire cosa possiamo fare ogni giorno per ridurre il nostro impatto sull’ambiente e sulle diseguaglianze sociali.

Al primo incontro, aperto al pubblico presso Feltrinelli Point di Arezzo, parteciperà Saverio Pipitone – autore dei libri Schiavi del Supermercato e Shock Shopping e di recentissimi articoli di critica (anche qui in “bottega”) sulla GDO – per ragionare sulle megastrutture dei centri commerciali e delle principali catene distributive, che attraverso apposite strategie di marketing e layout – dalle offerte sottocosto ai percorsi prestabiliti – ci inducono a comprare sempre di più con un eccessivo consumo di prodotti spesso superflui e altamente inquinanti e comunque nati, quasi sempre, da un crescente sfruttamento di lavoratori e lavoratrici. Seguirà un dibattito con interventi del gruppo di lettura della scuola sui testi dello stesso Pipitone e di altri fra cui «Il grande carrello» di Fabio Ciconte e Stefano Liberti.

Per partecipare ai successivi incontri bisogna iscriversi – entro il 26 ottobre – scrivendo a amariani@bancaetica.com oppure a andreabattinelli@gmailcom

 

Redazione
La redazione della bottega è composta da Daniele Barbieri e da chi in via del tutto libera, gratuita e volontaria contribuisce con contenuti, informazioni e opinioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.