Dèi marziani (e inca) di Watson in edicola

Qualche tempo fa in blog ho ringraziato Ian Watson per averci ricordato, attraverso il romanzo «I giardini della delizia», che Hieronymus Bosch era uno scri(pi)ttore di fantascienza. Adesso il nuovo Urania – numero 1581 – conferma che il “blasone originario”, il primo pregio della science fiction è l’essere «letteratura di idee» (lo stile viene dopo ed è secondario). Elementare Watson

Continua a leggere

La rivolta, lo spirito e la tartaruga-isola:

conversando con Lance Henson «Questo anno che si è appena chiuso dovrebbe essere oggetto di meditazione per gli incredibili mutamenti che ha prodotto». Avevo belle chiare in testa tre “domandone” (e persino un paio d’emergenza) per Lance Henson ma la conversazione porta subito in un altrove interessante. Ci conosciamo da anni e l’intervista prevista per «L’unione sarda» passa in secondo

Continua a leggere
1 2 3