Nadia Anjuman, poeta afgana uccisa perché donna

di Santa Spanò Il 4 novembre 2005, ad Herat nel centro occidentale dell’Afghanistan, Nadia Anjuman, poetessa, è morta massacrata di botte dal marito: aveva appena 24 anni e da 6 mesi era diventata madre di una bambina. Una breve premessa è necessaria, è necessario ricordare che il territorio afghano si è guadagnato il soprannome di “tomba degli imperi”, direi di

Continua a leggere

Haiti: dilaga il paramilitarismo

La criminalità agisce indisturbata in un paese dove Stati uniti, potenze europee e dubbie missioni di stabilizzazione traggono profitti dalla crescita del commercio delle armi e dalla guerra dichiarata contro la partecipazione popolare alla vita politica della società civile. Il violento terremoto di alcuni giorni fa e la successiva tempesta tropicale hanno contribuito a distruggere un paese che vive in

Continua a leggere
1 2 3 19