Tiziana racconta di Franca Viola

Un ascolto per la memoria

«Niente ci fu» è un bellissimo libro di Beatrice Monroy che racconta il rapimento e lo stupro di Franca Viola, avvenuto in Sicilia nel dicembre 1965. La ragazza rifiutò il cosiddetto «matrimonio riparatore» e fu un evento davvero storico (*) tanto più che il suo aggressore era di una nota famiglia famosa.

In questi giorni di “zone rosse” Tiziana sta mandando alle amiche su whatsapp alcune letture. Quella che ha tratto da «Niente ci fu» era troppo bella… per non rubarla. Così db e Jolek78  la ripropogono qui.

Buon ascolto.

(*) In “bottega” cfr Scor-data:17 dicembre 1968: Franca Viola in tribunale contro il “matrimonio riparatore”

Redazione
La redazione della bottega è composta da Daniele Barbieri e da chi in via del tutto libera, gratuita e volontaria contribuisce con contenuti, informazioni e opinioni.

3 commenti

  • Maria teresa Messidoro

    Bellissimo e toccante. Grazie Tiziana, perché nominare e ricordare è già lottare, e lottare vuol dire credere che un mondo dove la donna abbia la sua dignità è davvero possibile

  • Grazie Tiziana , ricordare è indispensabile, la figura di Franca Viola è un esempio che tutte ci portiamo dentro.

  • Ricordare è r/esistere. Grazie

Rispondi a Bianca Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.