quattro gioiellini su Raiplay

     

«Sir – Cenerentola a Mumbai» di Rohena Gera, «I racconti di Parvana (The Breadwinner)» di Nora Twomey, «An Elephant Sitting Still» di Bo Hu e «Detroit» di Kathryn Bigelow

visti da Francesco Masala

 

Sir – Cenerentola a Mumbai – Rohena Gera

Ratna, giovane vedova, deve andare in città a fare la serva, visto che deve mantenere i suoceri e deve pagare le spese per la scuola alla sorella.

Sir è una fiaba, non in stile Bollywood, e mostra la vergognosa realtà indiana delle caste, dei padroni e degli schiavi e delle schiave.

c’è una storia di un rapporto padrone-serva che si evolve, ma sembra inconcepibile a Ratna affrancarsi dalla sua condizione di eterna e immutabile sottomissione.

i film riescono a mostrare quello che le parole, spesso, non riescono a esprimere, e questo film andrebbe visto a scuola, dove non arrivano le parole dei libri arriverà questa storia.

buona (casta) visione.

QUI il film completo, in italiano, su Raiplay

 

https://markx7.blogspot.com/2022/01/sir-cenerentola-mumbai-rohena-gera.html

 

 

I racconti di Parvana (The Breadwinner) – Nora Twomey

miracolosamente, a volte, si capiscono molte più cose guardando un film d’animazione che ascoltando la tv e leggendo i giornali, sull’Afghanistan.

la regista è Nora Twomey, ottima autrice del bellissimo film The secret of Kells.

si racconta la storia di una ragazzina (e della sua famiglia) nell’Afghanistan dei talebani, lo stesso di oggi, coincidenza.

Parvana è una forza della natura, che tiene testa, per quanto possibile, a quei delinquenti, misogini e assassini.

un film da non perdere.

buona (resistente) visione.

QUI il film completo, in italiano, su Raiplay

 

https://markx7.blogspot.com/2022/01/i-racconti-di-parvana-breadwinner-nora.html

 

 

An Elephant Sitting Still – Bo Hu

Bo Hu ha girato solo questo film, poi basta, per sempre.

il film è molto lungo, ma necessario, ci sono alcune storie che sono legate in qualche punto, di sicuro non c’è niente da ridere, in un clima depresso e violento.

strano che non sia stato censurato su richiesta dell’Ente del Turismo Cinese.

sappiate che è un capolavoro, lo capirete guardandolo (e riguardandolo).

buona, imperdibile, visione.

è stato allievo di Bela Tarr, che ha scritto (qui):

Dear Friends,
I’m deeply sorry I couldn’t be at this screening with you and my “student”, my friend, my nearest and dearest.
I’m writing this message from the same hotel where I met him…
Hundreds of Chinese filmmakers applied to work with me, but when I met him, I knew this was it.
Without any doubt!
He was full of dignity and amazing to work with.
His eyes showed an uncommonly strong personality.
Anyway, I don’t want to talk about my feelings.
I just wanted to tell you that I met a person with a broad vision of the world. During our last meeting in Wuhan he showed me his cast and locations and gave me his book.
He wrote a dedication: “to my godfather”.
Shit!
I feel guilty I couldn’t protect him properly. It’s a shame.
But how can one protect a person constantly surrounded by a storm?
He wrote books, scripts, plays…
Horrible…

Without end…
While working, however, he was very sensible and kind.
He listened to everybody and paid attention to detail.
He was constantly in a rush.
Maybe he knew he didn’t have much time.
He burned his candle at both ends.
He wanted to have everything right now.
He couldn’t accept the world and the world couldn’t accept him.
Though we lost him, his movies will be with us forever.
Please welcome Hu Bo’s film and love him like I do,

Béla Tarr
Xining, China

 

QUI il film completo, in italiano, su Raiplay

 

https://markx7.blogspot.com/2021/12/an-elephant-sitting-still-bo-hu.html

 

 

Detroit – Kathryn Bigelow

una terribile giornata del luglio del 1967, a Detroit.

la settimana nella quale una rivolta tiene in scacco la città, e la tranquilla gioventù di alcuni ragazzi viene ferita da alcuni nazisti (razzisti e assassini) in divisa, nazisti del Michigan, per la precisione.

Kathryn Bigelow mostra una notte di terrore in un motel, alcuni poliziotti (assolti, naturalmente) ammazzano senza motivo dei ragazzi, e tu che vedi senti la paura, insieme all’impotenza, di Larry e di tutti, per la fine così vicina.

gran film.

buona (dolorosa e necessaria) visione

 

QUI il film completo, su Raiplay

 

https://markx7.blogspot.com/2022/01/detroit-kathryn-bigelow.html

Francesco Masala
una teoria che mi pare interessante, quella della confederazione delle anime. Mi racconti questa teoria, disse Pereira. Ebbene, disse il dottor Cardoso, credere di essere 'uno' che fa parte a sé, staccato dalla incommensurabile pluralità dei propri io, rappresenta un'illusione, peraltro ingenua, di un'unica anima di tradizione cristiana, il dottor Ribot e il dottor Janet vedono la personalità come una confederazione di varie anime, perché noi abbiamo varie anime dentro di noi, nevvero, una confederazione che si pone sotto il controllo di un io egemone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *