«Tutti vuol dire tutti»

Una panoramica su movimenti, dissenso e creatività nel Mediterraneo di oggi. Dal 15 al 17 ottobre nello Stretto di Messina

Mesogea invita alla tre giorni di incontri dedicata al Mediterraneo contemporaneo

Dopo oltre un anno di chiusure di ogni genere, il Comitato di Redazione di Mesogea riprende la propria via mettendosi in cammino e in ascolto, nella consapevolezza che questo moto riesca a consegnare, come ogni metamorfosi, la ricerca di nuovi alfabeti e dunque di nuovi linguaggi.

Da questa necessità nasce l’idea di aprire a tutti la riunione annuale del Comitato, spalancando le porte della redazione come spinta vitale rivolta alla collettività di quei mediterranei a cui da oltre vent’anni la casa editrice si dedica con i suoi libri.
Da qui anche la scelta del titolo dell’iniziativa, Tutti vuol dire tutti, traduzione dall’arabo dello slogan-guida della rivoluzione libanese dell’ottobre 2019 poi riecheggiato sui social di tutto il mondo.
Da qui, infine, la scelta del luogo: lo Stretto di Messina, contraddittorio e fluttuante tra fascino ipnotico e irritante sopore.
Dal  15 al 17 ottobre 2021 dunque, tutti coloro che lo desiderano sono invitati a partecipare di persona oppure online alla riflessione pubblica del Comitato di redazione Mesogea, che vedrà i suoi redattori alternarsi in costante dialogo con scrittori, artisti e studiosi di culture mediterranee. Insieme comporremo come un puzzle una panoramica del Mediterraneo odierno a partire dai movimenti, dal dissenso e dalla creatività in atto nelle società e nelle comunità che lo abitano.

Il programma di «Tutti vuol dire tutti»

Venerdì 15 ottobre Capo Peloro – Parco Horcynus Orca

h 16.00 Camille Ammoun e Elisabetta Bartuli voci dal Libano
h 17.00 
Samir Toumi, Selma Hellal e Caterina Pastura voci dall’Algeria
h 18.00 
Elisabetta Brighi, Gennaro Gervasio e Lorenzo Casini voci dall’Egitto
h 19.00 
 Ouejdane Mejri e Beatrice Agnello voci di donne
h 21.00 Performance poetico-musicale di 
Biagio Guarrera e Puccio Castrogiovanni

Sabato 16 ottobre Capo Peloro – Parco Horcynus Orca

h 16.00 Tasmar (Tasos Maragkos) ed Elettra Stamboulis voci dalla Grecia
h 17.00 
Attilio Scuderi e Mario Valentini voci dall’Italia
h 18.00 
Emel Kurma Carlo Guarrera voci dalla Turchia
h 19.00 
Enrica Battista ed Elisa Calabrò voci di piccoli mediterranei
h 20.00 Conclusioni: 
Silvio Perrella e Paolo Jedlowski mediterranei in metamorfosi

Domenica 17 ottobre – Zona Falcata
h 10.30 
Passeggiata urbana nella zona falcata e visita a Forte San Salvatore a cura di Nicola Aricò.

 

 

 

 

La Bottega del Barbieri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *