Venezia e la congiura del gender

di Daniele Barbieri

Siccome sono una persona di buon cuore penso che andrò a trovare Luigi Brugnaro nel suo ufficio e gli regalerò il libro «Perché hai due mamme?» (*)

Il nuovo sindaco di Venezia vuole bandire dalle scuole 1098 libri di favole che educano alle differenze. Il pretesto è la “congiura gender” ma la vera motivazione è l’intolleranza verso ogni diversità.

Suppongo che fra i 1098 “incriminati da Luigi Brugnaro ci sia anche un libretto uscito tre anni fa, «Perché hai due mamme?» di Francesca Pardi con le illustrazioni di Annalisa Sammartino e Giulia Torelli.

Provo a sfogliarlo con voi per vedere cosa c’è di così terribile.

Sotto il primo disegno si legge: «Meri e Franci si amavano e volevano fare una famiglia».

Visto che Meri e Franci «erano due donne» per fare un bimbo «mancava il semino».

Per fortuna «in Olanda c’è una clinica dove signori gentili donano i loro semini per chi non li ha (a volte anche certi papà ne hanno bisogno»)…

Spero che chi passa di qui leggerà questa breve, bella storia – c’è anche un piccolo colpo di scena – con i suoi delicati disegni. In conclusione «Margherita ha due mamme: solo una l’ha portata nella pancia ma entrambe, insieme, l’hanno messa al mondo». E altri figli arriveranno…

Un finale sereno: «Le mamme si siedono in cucina a parlare di oggi e domani. E i gatti stanno a guardarle».

Pderchè mai queste due mamme e i loro figli non dovrebbero avere gli stessi diritti di tutte le altre persone? Perché, secondo Brugnaro, nelle scuole di Venezia non si  deve parlare di loro?

(*) Della casa editrice Lo Stampatello qui in bottega ha raccontato – cfr  Lo Stampatello e tutte le famiglie possibili – Santa Spanò. (db)

Redazione
La redazione della bottega è composta da Daniele Barbieri e da chi in via del tutto libera, gratuita e volontaria contribuisce con contenuti, informazioni e opinioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.