A forza (di Pabuda)

mi bruciano gli occhi

a forza di pensarti

per vedere

come davvero sei

ho la gola secca

a forza d’immaginare

quel che potrei dirti

se tu fossi qui con me

Redazione
La redazione della bottega è composta da Daniele Barbieri e da chi in via del tutto libera, gratuita e volontaria contribuisce con contenuti, informazioni e opinioni.

6 commenti

  • Testo per un grande chansonnier

    • Chansonnier: parola che – non a caso? – manca in italiano.
      Sull’ultimo numero del mensile di Emergency (a proposito: merita, lo trovate anche in edicola) Francesco Giuccini dice: “Sono un cantautore, invidio i francesi che hanno una parola molto bella, chansonnier. I latini quando videro la prima giraffa non ne conoscevano il nome e lo chiamarono camelopardo. Ecco, cantautore mi ricorda camelopardo”.
      Meglio chansonnier (db)

  • aggiungo all’erudito intervento di Daniele:
    ANDATE A SENTIRE PABUDA CON LES ENFANTS DU VODOO DOVUNQUE SI MANIFESTINO.
    Una pernacchia ai patinati, viva i poeti in carne e ossa circondati da Amazzoni!!!

  • Sottoscrivo il giudizio di Mark, bravo Paolo. Grande nota di Daniele…

  • Mark, grazie x l’appogio.
    PABUDA ET LES ENFANTS DU VOUDOU si daranno in pasto agli affamati & assetati domenica 30 ottobre in un cantinone, nascosto nelle viscere di via Padova a Milano. Settimana prossima forniremo ulteriori tracce per scovarci

  • appoggio si scrive con 2 P e 2 G, Pabuda! Sveglia!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.