Balconi salvagente

E sabato 13 flash-mob in alcune città italiane (Bologna, Pisa, Varese, Verona…) a sostegno degli sbarchi dei migranti


Si stanno organizzando flash-mob a sostegno degli sbarchi dei migranti per la mattina di sabato 13 aprile in alcune città italiane e non solo.
«Ci piacerebbe avervi con noi, quindi vi chiediamo di scrivere a balconi.salvagente@gmail.com per aderire e avere i dettagli in modo da poter partecipare. Se ritenete di poter fare da punto di riferimento nella vostra citta’, vi invieremo il materiale e le indicazioni per realizzarlo: bastano 15 persone. Vi ringraziamo per ogni forma di diffusione che riterrete di attuare.
Per chiedere che l’Europa ritrovi la propria natura accogliente. Per ridare umanità a chi fugge da guerra e fame. Per contrastare le false notizie che diffondono la paura dell’altro».
Incontri organizzativi sono in programma a Bologna, Pisa, Varese, Verona e si stanno aggiungendo altre città.
Per contattare i promotori della campagna “Balconi salvagente” o per ulteriori informazioni, richieste di materiale e adesioni: balconi.salvagente@gmail.com

   Come ricorda “Cronache di ordinario razzismo” (www.cronachediordinariorazzismo.org)  «Pace da tutti i balconi» fu una campagna contro la guerra in Iraq che nel 2003 trasformò i balconi italiani in “balconi di pace”, con i colori dell’arcobaleno, al punto che perfino in Parlamento ne dovettero parlare. Fu una campagna di successo: ognuno si sentì di non essere da solo contro la guerra e capì di poter fare la differenza se l’azione del singolo era ripresa da tanti. «Balconi Salvagente» è una campagna volta a chiedere la riapertura dei porti e l’accoglienza dei migranti con gesti semplici, richiamando all’impegno civile con piccole azioni concrete, visibili e alla portata di tutti. L’invito è ad appendere un salvagente al balcone per dichiarare che non s’intende essere complici di questa barbarie e perchè diventi un barcone di salvataggio per tante persone in fuga da guerra e miseria. Un gesto semplice, alla portata di tutti, che permette di avere visibilità, di contarsi e quindi di contare. La campagna si oppone alla barbarie dei porti europei chiusi ai migranti. 

E’ possibile inviare la foto del balcone salvagente per la pubblicazione sulla pagina Facebook della campagna a: balconi.salvagente@gmail.com.

«Non in nome mio – scrivono i promotori –  Non vogliamo essere complici di queste atrocità, vogliamo invece che l’Europa ritrovi la sua natura accogliente».

Clicca qui per la pagina Facebook

PER SAPERNE DI PIU’

http://www.cronachediordinariorazzismo.org/oltre-il-mare-primo-rapporto-sui-corridoi-umanitari/?spush=cGtkaWNrQGZhc3RtYWlsLml0

Redazione
La redazione della bottega è composta da Daniele Barbieri e da chi in via del tutto libera, gratuita e volontaria contribuisce con contenuti, informazioni e opinioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.