«Eva Mameli scienziata pioniera»

Un ricordo di Andrea Mameli … che il 7 novembre a Cagliari lo porta in scena

Domenica 7 novembre il «Cagliari FestivalScienza 2021» ospita il mio monologo «Eva Mameli scienziata pioniera». Ho pensato di proporre questa rappresentazione della prima donna ad aver conseguito, nel 1915, la libera docenza in Botanica in una università italiana; nonché la prima ad aver diretto un Orto Botanico (a Cagliari) dal 1926 al 1929. Perché la figura di Eva Mameli è straordinariamente moderna e appare pienamente consapevole del suo ruolo di scienziata e divulgatrice. Viaggiava, pubblicava articoli scientifici, frequentava conferenze, in un’epoca in cui pochissime donne lo facevano. E promuoveva il rispetto della natura e degli animali in un periodo in cui non lo faceva quasi nessuno.

Eva Mameli ha sposato Mario Calvino, un agronomo di fama internazionale, dando alla luce Italo Giovanni – sì, quell’Italo – nel 1923 e Floriano nel 1927.

Con oltre 200 pubblicazioni scientifiche all’attivo in ambiti che spaziavano dalle malattie delle piante (causate da funghi microscopici) alla genetica dei fiori la sua vita fu costellata di imprese impegnative e di grandi soddisfazioni. Non c’è solo scienza nella vita di questa sarda coraggiosa. Per esempio c’è la grande competenza botanica, unita alla curiosità per le denominazioni delle piante, che la portò a pubblicare, nel 1972, il Dizionario etimologico dei nomi generici e specifici delle piante da fiore e ornamentali. C’è l’esperienza del servizio volontario come infermiera civile nell’ospedale Ghisleri di Pavia con i malati di tifo, durante la “Grande Guerra”. Ci sono le azioni di alfabetizzazione delle ragazze dell’isola di Cuba, dove visse e operò dal 1920 a 1925. C’è la resistenza di Eva e del marito agli interrogatori dalle SS e delle camicie nere che cercavano i figli, i quali avevano scelto la Resistenza. E la loro ostinata volontà di ospitare in casa ebrei, perseguitati politici, partigiani.

Non è facile raccontare una vita così varia e mai banale come quella di Eva Mameli. Considerando la permanenza a Cagliari di Evelina Luigia Giuliana Mameli nell’Orto Botanico, il mio personaggio è un giardiniere che l’ha vista al lavoro, ha ammirato le sue qualità e ha deciso di raccontarne vita e carriera.

L’appuntamento oggi è alle 16 nel Teatro Exma (via San Lucifero 71, Cagliari).

Ingresso gratuito, prenotazione obbligatoria compilando il google form dedicato.

 

Redazione
La redazione della bottega è composta da Daniele Barbieri e da chi in via del tutto libera, gratuita e volontaria contribuisce con contenuti, informazioni e opinioni.

Un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.