IN COMPENSO

(Roba del Pabuda…)

 

il corpo umano

che si prepara al disarmo –                 

infligge al suo proprietario

delusioni, spaventi

fatiche, brutte sorprese,

dolori e

innervosimenti.

lo fa

dando svariati

segni di decadimento:

inceppandosi, girando a vuoto,

svolgendo i suoi a compiti

a rilento

o con sciatteria insopportabile –

però, qualche volta,

per farsi perdonare

un malfunzionamento

offre, in compensazione,

una piccola parentesi

di buon umore.

m’è capitato ieri ascoltando la radio:

il mio udito,

sempre più inefficiente,

m’ha impedito di cogliere

nei dettagli

e in tutta la sua pregnanza

la notizia riguardante

un clamoroso

«sequestro di cocaina»:

in Europa – a quanto pare –

il più grande mai messo a segno:

solo vagamente

ne ho compresa l’importanza.

in compenso, mi son

goduto quasi ogni nota

figurandomi:

in Europa, nella storia…

il più grande

«concerto d’ocarina».

.-.

 

(l’immagine pubblicata a corredo è stata scovata dal Pabuda in rete ed è qui riprodotta a scopo esclusivamente didattico-educativo)

Pabuda
Pabuda è Paolo Buffoni Damiani quando scrive versi compulsivi o storie brevi, quando ritaglia colori e compone collage o quando legge le sue cose accompagnato dalla musica de Les Enfants du Voudou. Si è solo inventato un acronimo tanto per distinguersi dal suo sosia. Quello che “fa cose turpi”… per campare. Tutta la roba scritta o disegnata dal Pabuda tramite collage è, ovviamente, nel magazzino www.pabuda.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *