Pabuda: Misurazioni

sotto la mia salda sedia di legno

ricevuta in eredità o in prestito o in pegno

scorre un torrente di montagna cristallino.

io, di tanto in tanto,

la gamba destra allungando,

con il mio riluttante piede

misuro la velocità dell’acqua

e ne assaggio appena appena

la temperatura.

nessuna sorpresa:

l’una è massima l’altra è minima.

però, quando ritraggo il piede e lo guardo

m’accorgo che di color d’acqua s’è tinto:

è perfettamente trasparente eppure lo distinguo:

ehi! queste son due le sorprese, legate insieme.

Pabuda
Pabuda è Paolo Buffoni Damiani quando scrive versi compulsivi o storie brevi, quando ritaglia colori e compone collage o quando legge le sue cose accompagnato dalla musica de Les Enfants du Voudou. Si è solo inventato un acronimo tanto per distinguersi dal suo sosia. Quello che “fa cose turpi”… per campare. Tutta la roba scritta o disegnata dal Pabuda tramite collage è, ovviamente, nel magazzino www.pabuda.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.