Nasi, gambe, braccia

La rubrica settimanale (con brevi testi e fotomontaggi) di Chief Joseph: 207esimo appuntamento

A Kaspiysk nella repubblica del Daghestan (Russia) una madre di 33 anni è stata arrestata dalla polizia prima di perfezionare la vendita del proprio figlio di 5 giorni. La donna, che è stata aiutata nell’operazione da un vicina, ha sostenuto che la sua scelta era legata alla necessità di pagarsi una plastica al naso. Fonte: «Today Mondo» del 16 luglio.

In undici anni di guerra in Siria mezzo milione di persone uccise e identificate; se si contano anche quelle non identificate il numero sale a 610mila. Di questi 160mila sono civili. Fonte: «Osservatorio nazionale per i diritti civili» (15 marzo 2022). Il piccolo Mustafà e il padre Munzir sono due tragici esempi: il primo è nato senza braccia e gambe per un attacco chimico, il secondo ha perso una gamba sotto i bombardamenti. Fonte: Rai News.

L’immagine accanto al capo indiano è di Atf.

 

L’AUTORE 

Chief Joseph – o se preferite Capo Giuseppe – è stato una guida (militare e spirituale) dei Nasi Forati, un popolo nativo americano. Si chiamava in realtà Hinmaton Yalaktit, che in lingua niimiipuutímt significa Tuono che rotola dalla montagna. Da tempo riceviamo molti contributi alla “bottega” firmati Chief Joseph. Sono fotomontaggi per dialoghi immaginari (spesso volutamente anacronistici) a commentare una notizia o un breve testo. Ci piacciono per l’estrema sintesi e la contrapposizione fra mondi diversi. Così la “bottega” ha chiesto a Chief Joseph di prendersi uno spazio fisso (come hanno da tempo le vignette di Energu) e lui ha accettato: faremo il mercoledì mattina. [db]

 

Redazione
La redazione della bottega è composta da Daniele Barbieri e da chi in via del tutto libera, gratuita e volontaria contribuisce con contenuti, informazioni e opinioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.