Non avessi da fare

di Pabuda

fossi un giornalista

d’inchiesta

disoccupato

e perdigiorno e annoiato  

m’applicherei

notte e giorno

al curioso caso

dello scomparso

candidato.

fossi uno strizzacervelli

in disarmo

m’imbarcherei nella stesura

d’un saggio

sull’interessante fenomeno

delle palle

raccontate a mamma e papà

grosso modo a quell’età

in cui, studiando,

uno potrebbe terminar

l’università…

che poi per una congerie

di coincidenze fantastiche

si trasformano,

come fossero valanghe,

in gigantesche

menzogne pubbliche.

fossi un mentecatto

barone universitario

di sociologia

ma pure d’antropologia

metterei al lavoro

di giovani e precari

ricercatori

un’intera batteria

per analizzare

l’inquietante fenomenologia

del sedicente economista

partorito

non già da una morbida mamma

mediamente apprensiva

ma

dall’arcaica tecnologia

d’una qualunque rete televisiva.

fossi un pasciuto investigatore

in pensione

sguinzaglierei i miei segugi assatanati

a rovistar nel rumentoso passato

di quell’ometto strampalato.

non avessi da fare proprio un belino

m’occuperei a tempo debito,

a tempo perso, a tempo pieno

di tutta la spassosa  faccenda

della grama vita d’Oscar Giannino.

Redazione
La redazione della bottega è composta da Daniele Barbieri e da chi in via del tutto libera, gratuita e volontaria contribuisce con contenuti, informazioni e opinioni.

4 commenti

  • Il tema è bello, / c’è un po’ di Pirandello. / Indaga, scrivi, suda, / elettrico Pabuda: / magari a tempo perso, / ma immerso nel tuo verso.

    (Epigrammatico)

  • I Poeti, quelli amati, / sanno esser delicati. / se li leggi alla mattina / valgon più dell’Aspirina.

    (fanatikòs)

  • buondì, sono Nobel Giannino il gemello di Oscar: non si parla mai di me, posso mandarvi un cv?

    • Non spedisca il curricùlum: / getti il curri e serbi il … / al valore di mercato / vale più del millantato.

      (cavallo pazzo)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.