Non sapendo che fare

Ovvero giochini (narcisistici?) in un «pronto» soccorso e gnomi sul finale

In via del tutto eccezionale vi racconto i “fattacci” miei privati e vi propongo due giochini (faaaaaacili).

Qualche giorno fa il mio piede destro, colto da un imprevedibile raptus masochista, ha preso in pieno una porta. Dopo 22 ore il mignolo e il suo vicino – ma hanno un nome le dita dei piedi? – era ancor gonfio-blu e dolorante assai.

Così sono andato a un «pronto» (si fa per dire, visti i tagli della spesa pubblica; ma del resto a che servono i medici e gli infermieri? Meglio avere più marò e più cacciabombardieri) soccorso e lì ho atteso, atteso, atteso e atteso.

Avendo finito i due libri (ma uno era agli sgoccioli) che mi ero portato dietro, mi sono dedicato a inventar giochini. Forse perché sono reduce dall’ammirato stupore per «E’ l’enigmistica bellezza» di Ennio Peres (ve ne parlerò prossimamente) ho costruito 6 indovinelli; poi è venuto il mio turno di «pronto soccorso», se no magari avrei riscritto «La divina commedia» in romanesco.

Se siete appassionati di indovinelli ecco due, a casaccio, fra quelli che ho inventato.

 

Quanti numeri ci sono in queste 8 frasi?

La manifestazione è in piazza Verdi a Bologna

Gli dei Venere, Nettuno e Giove ci assistano

Ti sfido a duello, marrano

Togliti quel sorriso dal volto, fellone

Se vuoi andiamo oltre lo steccato

Se vuoi andiamo indietro, anzi a casa

I dirigenti delle sedi circoscrizionali erano in ritardo

E’ opportuno verificare le procedure.

 

Facile no? Ed eccone un altro.

 

Quanti scrittori o scrittrici (due di fantascienza) ci sono in queste 8 frasi?

Le mani agitando, i nasi movendo, le chiappe elettrizzando

Controlla il movimento della cintura

E’ un tipo forte visto quello che ha passato

Se mi chiama Doretta arrivo, se mi chiama Brigida scappo

La mora viaggiava da sola, la bionda in compagnia

Il faraone disse «è una storia amara», i nilotici assentirono

Il re dei Longobardi sputò, il popolo applaudì

«Perepè» disse uno, «Parupà» rispose l’altro

 

Facile anche questo vero? In ogni caso lascio il tempo – a chi vuole – di pensarci su e magari “commentare” e/o tentare la risposta; fra un paio di giorni posterò le soluzioni.

Ammesso che vi freghi in ospedale è andata così.

La lastra, anzi no, la «RX avampiede DX» mostrava una «lussazione dell’articolazione bla-bla del V dito bla-bla e una infrazione della base della falange ungueale del quarto dito». Il verbale del pronto (ehm) soccorso parlava di trauma e di «tentativo di riduzione». Detto in soldoni. Prima per raddrizzarlo mi hanno storto il mignolo (male cane ma «medico pietoso fa malato canceroso» o robe del genere) e poi mi hanno fasciato – stile faraone più che gesso – il piedonzolo per 21 giorni e dunque mi muoverò zoppin/zoppetto che però suona meglio così: «deambulazione con carico sul retropiede per 3 settimane».

Molto probabilmente il mignolo e il suo vicino senzanome risorgeranno più belli e più leggiadri «che pria» (come Petrolini sghignazzava di Roma post-Nerone). Sempre che io non ri-vada o sbattere o che gli gnomi…

Già gli gnomi: io sono un razionalista (però non “talebano” della ragione) per 6 giorni a settimana ma il settimo mi riposo. Così posso raccontarvi quest’altra storia in versione “irrazionale”. Un paio d’anni fa tre gnomi dispettosi mi prendevano a martellate, tutti i giorni, una gamba: un male boia. In ospedale non capivano l’origine del dolore e quando, con garbo, accennai alle “martellate” sostennero che il dolore non era dovuto a quello; infatti, mi spiegò un cortese medico, «la risonanza magnetica non mostrava gnomi con martelli». Io, paziente, gli replicai che per individuare gli gnomi occorre la risonanza gnometica però lui non mi prese sul serio. Alla fine mi pomparono ozono (giuro) e da allora gli gnomi sono scappati o forse congelati. L’unica che ha creduto alla versione “gnomesca” è Maria che mi ha anche inviato il disegno che vi incollo qui sotto.

«Larga la foglia, stretta la via – Dite la vostra che ho detto la mia».

Redazione
La redazione della bottega è composta da Daniele Barbieri e da chi in via del tutto libera, gratuita e volontaria contribuisce con contenuti, informazioni e opinioni.

4 commenti

  • berlusconi è uno gnomo (malefico)?

  • 1) da quanto so solo l’alluce ha un nome, gli altri sono solo numeri
    2) ho finalmente capito i motivi dei tagli alla sanità e al pronto soccorso: aiutano la creatività e quindi sviluppo e innovazione
    3) ogni volta che ti spacchi un osso ne esce un’opera d’arte ma, fossi in te, non esagererei!
    4) facili, facili, sei maligno!!!!

    • Ho come l’impressione che Rom Vunner (traduzione italiana: il “romano del venerdì” da non confondere con Blade Runner) non abbia trovato risposta ai quesiti.
      Chiedo ad altre/i: vi arrendete o volete ancora 24 ore?
      db

  • No, care/i così non va
    se non mi scongiurate in telematico ginocchio non vi dò le soluzioni
    catti-cattivissimo db

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.