Pabuda: cosa vuol dire…

girare in giro con un’erpetologa   

Se per compagna

ti scegli – tra tante

scienziate

ch’avresti potuto

adocchiare

e in qualche

fantasiosa maniera

convincere

che la tua compagnia

è la migliore che ci sia –

se ti scegli un’erpetologa

(e lei ti sopporta anche privo

di squame), dicevo,

il test decisivo

per capire il tipo e la sintonia

va svolto in campagna

o, meglio ancora,

in montagna.

l’altro giorno, per dire,

stavamo percorrendo in auto

la stradicciola che bordeggia

a nastrino grigio

il Lago di Campotosto,

dalle parti del Gran Sasso,

e il magnifico esemplare

d’erpetologa

che m’accompagna,

accompagnando io lei,

come posso,

era alla guida del veicoletto

del car sharing

quando improvvisamente

inchioda:

oh! mio dio!

abbiamo stirato

sull’asfalto

un qualche rettile?

(colla coda dell’occhio

lei ne aveva intravisto la coda).

cavolo! trattasi di bella viperella!

ma mica una qualsiasi:

a scaldarsi sull’asfalto infuocato

s’attardava un raro soggetto:

una vipera aspis melanica!

(minchia!)

si godeva a tal punto

il tepore del bitume

da prendersela comodissima:

lasciando addirittura il tempo

all’erpetologa pilota

di scender dal veicolo

per correre a controllarne a spanne

lo stato di salute,

tornare come un fulmine nell’abitacolo,

prelevare la macchinetta delle foto,

rimbalzare all’indietro, inquadrare,

mettere a fuoco e scattare:

un’istantanea con al centro

il bel musetto

della bestietta strisciante

ma black and proud.

citato quest’aneddoto, va detto

che, il più delle volte,

l’erpetologa è insaziabile –

naturalisticamente parlando –

così, come nel caso

del bell’esemplare in questione

(che, da un certo tempo osservo,

esamino, misuro ad abbracci,

monitoro con notevole

attenzione e passione)

può capitare

che s’applichi pure

ad altre branche delle scienze

e degli amori naturali,

solo apparentemente incongrue:

per esempio, al birdwatching casalingo

(nonostante la miopia)

e all’ornitologia.

per essere preciso, la mia

di questa branca

predilige la sotto-sezione

dell’ascolto, riconoscimento

e riproduzione

dei suoni più svariati

emessi da pennuti disparati:

cinguettii, urletti, fischi, canti

gracchii e pigolii…

lei, su richiesta gentile,

saprebbe addirittura tubare:

con me, se non mi dimentico di darle

il mangime alle ore giuste, un po’ lo fa.

poi, nel tempo libero che le lasciano bisce

e rospi e cuculi e fringuelli,

la scienziata di cui mi sto imbottendo il cervello

si diletta con piante e fiori:

ne alleva di selvatici anche in casa, sul terrazzo:

infatti, l’erpetologa

ha una concezione tutta sua

del giardinaggio, a cui applica

le sorprendenti tecniche

dette “lasciamo che la natura

faccia il suo corso”

o “quel che viene viene”

o, ancora: “se dei semini qualsiasi

son finiti in quel vaso

ci dev’essere un motivo!

non può essere un caso”.

io (noto e temuto in tutti i giardini,

orti e terrazzi, dove mi chiamano

L’Angelo Sterminatore”,

tanto me ne intendo)

non commento né intervengo,

osservo e prendo qualche appunto,

come in questo momento.

ma a parte le facili ironie e

gli affettuosi sarcasmi

devo registrare, però

che di cose interessanti,

già in questi brevi tempi

che ci accompagniamo,

ne ho imparate:

per dirne una:

che bel passatempo

può diventare

l’applicazione rigida,

scrupolosa e integrale

di ogni norma, regola,

dettame, fino alla più

originale pensata

nella raccolta casalinga

dei rifiuti, differenziata!

oppure, adesso che ci penso:

lo studio metodico,

fino alla precisa memorizzazione

della lista degli ingredienti

scritti piccoli piccoli

su qualsiasi confezione:

colle lenti adatte

è uno spasso e s’incamerano

nozioni utilissime

per dare un po’ di verve

a ogni tipo di conversazione!

BREVE NOTA

Avevo già ricevuto da Pabuda la neuropoesia settimanale ma quando mi è arrivata questa mi son detto: troppo bella, invece di aspettare una settimana… (db)

Redazione
La redazione della bottega è composta da Daniele Barbieri e da chi in via del tutto libera, gratuita e volontaria contribuisce con contenuti, informazioni e opinioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.