Scor-date: 6 giugno 2011

Grazie a Enzo Del Re
di d. b. (*)
E’ morto due anni fa Enzo Del Re, stranissimo cantautore che magari qualcuna/o ricorda per averlo visto suonare seggiole come fossero tamburi. Il suo testo più famoso negli anni ’70 – ma anche oggi – è «Lavorare con lentezza», che ha dato il titolo anche a un film interessante: canzone esemplare di una cultura che considera la salute (di tutte/i) più importante del profitto (di pochi).
Ecco il testo (o meglio la versione base perché ne girano tante versioni). Se fate un giro su youtube la potete anche ascoltare.

Lavorare con lentezza senza fare alcuno sforzo
chi è veloce si fa male e finisce in ospedale
in ospedale non c’è posto e si può morire presto

Lavorare con lentezza senza fare alcuno sforzo
la salute non ha prezzo, quindi rallentare il ritmo
pausa pausa ritmo lento, pausa pausa ritmo lento

sempre fuori dal motore, vivere al rallentatore

Lavorare con lentezza senza fare alcuno sforzo
ti saluto ti saluto, ti saluto a pugno chiuso
nel mio pugno c’è la lotta contro la nocività

Lavorare con lentezza senza fare alcuno sforzo

Lavorare con lentezza
Lavorare con lentezza
Lavorare con lentezza
Lavorare con lentezza
Lavorare con lentezza

(*) Ricordo – per chi si trovasse a passare da qui per la prima volta – il senso di questo appuntamento quotidiano. Dall’11 gennaio 2013, ogni giorno (salvo contrattempi sempre possibili) troverete in blog a mezzanotte e un minuto una «scordata» – qualche volta raddoppia, pochi minuti dopo – di solito con 24 ore circa di anticipo sull’anniversario. Per «scor-data» si intende il rimando a una persona o a un evento che per qualche ragione il pensiero dominante e l’ignoranza che l’accompagna dimenticano o rammentano “a rovescio”.
Molti i temi possibili. A esempio, nel mio babelico archivio, sul 6 giugno fra l’altro avevo ipotizzato: 1628: «petizione del diritto» in Gran Bretagna; 1880: funicolare sul Vesuvio; 1922: censura in Urss; 1930: primi surgelati; 1936: decreto nazista contro la piaga zingara; 1942: ucciso Heydrich a Praga; 1944: nel giorno dello sbarco in Normandia nasce Tommie Smith; 1949: esce «1984» di Orwell; 1974: 22 scioperanti uccisi in Birmania; 1978: legge italiana sull’aborto; 1982: Israele invade il Libano. E chissà a ben cercare quante altre «scordate» salterebbero fuori.
Molte le firme (non abbastanza per questo impegno quotidiano) e assai diversi gli stili e le scelte; a volte troverete post brevi: magari solo una citazione, un disegno o una foto. Se l’idea vi piace fate circolare le «scordate» o linkatele ma ovviamente citate la fonte. Se vi va di collaborare – ribadisco: ne abbiamo bisogno – mettetevi in contatto (pkdick@fastmail.it) con me e con il piccolo gruppo intorno a quest’idea, di un lavoro contro la memoria “a gruviera”. (db)

Redazione
La redazione della bottega è composta da Daniele Barbieri e da chi in via del tutto libera, gratuita e volontaria contribuisce con contenuti, informazioni e opinioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.