Sono legali le armi nucleari in Italia?

Uno studio giuridico internazionale commissionato dal centro «Abbasso la guerra» con altre associazioni

Invito a sostenere uno Studio sullo «Status giuridico delle Armi Nucleari USA schierate in Italia»

Il Centro di Documentazione “Abbasso la Guerra” – assieme alle seguenti associazioni varesine: Emergency, Greenpeace, FilmStudio 90, Un’altra storia, e a queste altre: Laudato Si’, WILPF, PeaceLink, Pressenza, Disarmisti Esigenti, AIFO Imperia, Donne e Uomini Contro la Guerra Brescia, Donne in Nero Torino, Comitato Intercomunale per la pace del Magentino, Centro di documentazione del Manifesto Pacifista Internazionale di Casalecchio di Reno (Bo), Assopace Novara – ha deciso di incaricare avvocati di IALANA Italia (International Association of Lawyers Against Nuclear Arms) di uno studio sulla legalità o meno della presenza di armi nucleari in Italia. Anche padre Alex Zanotelli e don Luigi Ciotti sostengono l’iniziativa. Più precisamente lo studio è una richiesta di «Parere legale riguardante lo status giuridico delle armi nucleari in Italia e le azioni legali proponibili nel caso si riscontrino illeciti civili, penali o amministrativi».

Norme da indagare. Sono almeno una ventina le norme che i legali ritengono di dover studiare a fondo. Lo studio proposto è indipendente dalla eventuale vertenza successiva, esso indicherà però gli elementi che potrebbero renderla proponibile. Una volta considerati, dopo approfondite valutazioni, chi vorrà potrà procedere.

Benefici. Anche nel caso non si facesse la vertenza, i benefici di questo studio sarebbero enormi e patrimonio dell’intero Movimento per la Pace italiano ed internazionale, rendendo trasparente una materia opaca e poco approfondita.

Questo studio è tanto più importante in quanto entro il 2022 le attuali B61 saranno sostituite con le nuove bombe termonucleari B61-12, le cui caratteristiche ne rendono più probabile l’uso devastante in un conflitto armato. Esse saranno trasportate dagli F35, prodotti da Leonardo (che realizza anche gli M346 per addestrarne i piloti) che raggiungeranno stabilmente le aerobasi di Ghedi (piloti italiani) ed Aviano (piloti statunitensi) di cui è in corso l’ammodernamento. I piloti già si esercitano per “missioni nucleari” con questi velivoli.

Conferimento dell’incarico. L’incarico dello studio agli avvocati è avvenuto il 1 luglio scorso. Vi sarà un unico responsabile e referente in rappresentanza di tutti i committenti.

Tempi. L’attività di studio sulle varie norme nazionali ed internazionali interessate, sia di tipo giurisprudenziale che dottrinale, inizierà il 1 settembre e terminerà il 31 dicembre 2021, con proroga eventuale di altri 3 mesi.

I costi previsti ammontano a 12200 euro. Saranno coperti grazie al contributo delle associazioni che lo condividono, secondo le proprie disponibilità e volontà, e attraverso un crowdfunding rivolto anche a singole persone. I pagamenti verranno effettuati in due tranche, all’inizio e alla fine dello Studio.

Abbasso la Guerra OdV” ha messo a disposizione il suo conto bancario per raccogliere i fondi e trasferirli agli avvocati. In cassa, ad oggi, ci sono già i soldi per sostenere la prima spesa.

Rsccolta fondi per il finanziamento dello studio. Effettuare i versamenti sul Conto Corrente Bancario intestato a “Abbasso la Guerra OdV” – IBAN: IT89R0521650580000000003294 – Creval, filiale di Tradate (Va) – Causale: Studio su legalità o meno presenza armi nucleari in Italia.

Elaborato finale, disponibilità ed uso. L’esito dello Studio sarà a disposizione delle associazioni che lo hanno promosso. Attraverso la sua divulgazione, l’elaborato dovrà diventare uno strumento per far crescere la consapevolezza dei cittadini, rafforzare la lotta politica per liberare il territorio italiano dalle armi nucleari e per far approvare il Trattato di Proibizione delle Armi Nucleari che il nostro Governo, come quello di tutti i membri NATO, non è disponibile a sottoscrivere.

Abbasso la Guerra OdV” e le altre 16 associazioni chiedono pertanto di aderire all’iniziativa e/o di sostenerla economicamente. Anche pochi euro, se donati da molti, permetteranno di raggiungere il risultato atteso.

Elio Pagani (Presidente del Centro di Documentazione “Abbasso la Guerra OdV”) 25 luglio 2021

 

La Bottega del Barbieri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *