Un muro dove si posa il cielo .. la poesia di Agneta Falk

di Sandro Sardella

il particolare più effimero porta al cielo delle idee .. scatti

disorientanti apparentemente irreligiosi e capaci di preghiera ..

parole disarmanti armoniose come ninna nanna ..

parole dure come sassi ..

parole stese scritte come tenero colore ..

parole carnose canto d’amore ..

parola complice unguento sgorga arcobaleno con pathos la

tenerezza la forza di vivere a qualsiasi ora & luogo l’ironia

profonda lo humour della sua bella rabbia ..

(da: “Heart Muscle”)

 

Queen Trancilla

Avvolta negli stracci

sul marciapiede

di North Beach

dorme

all’aperto

penetranti occhi blu

in un volto bruciato dal tempo

con una voce come

una eco proveniente da un barile

di purissima seta.

 

E’ su te che mi chino

per ascoltare

quelle scintille che si liberano

come uccelli selvatici

così semplicemente complesse

così splendide nel loro volo

dal tuo palato.

 

In qualunque modo

tu rigiri la tua storia

da qualsiasi trono

sul quale ti sei arrampicata

siamo in ginocchio

a un tuo cenno di comando

mentre insegni alle ragazze

come pronunciare Nietzsche.

 

Ballerina senzatetto

con tutti i simboli

di luce e vento

fai girare un universo

da una pietra di selciato

di puro genio.

(da: “It’s Not Love It’s Love”)

 

Canzone

come può una poesia essere una poesia

quando fu scritta per essere una poesia?

 

se non cade dalla tua mano

non era fatta per essere, forse,

 

disse lei, ascoltando free-form jazz

mentre cuoceva il riso

 

la finestra aperta all’impatto

di un tram che avanza faticosamente sulla collina

 

ricordando soltanto di essere a San Francisco

non in Inghilterra, non in Italia

 

dolce istante dell’essere

nel momento giusto per una volta

 

a fare whoopey con il suo innamorato

due mura più in là, che guarda il football

 

un canto d’amore

sulla punta della sua lingua.

 

 

Conosci

Conosci quel silenzio

che si leva più alto di un urlo

che si lancia contro

il muro dell’indifferenza

quel silenzio a cui

hanno tagliato la lingua

ma non smette di urlare.

 

Agneta Falk è nata a Stoccolma nel 1946.

Poeta e pittrice in Inghilterra, Italia, Francia e USA.

Vive in San Francisco.

In Italia due suoi libri sono stati tradotti da Raffaella

Marzano e pubblicati da Multimedia Edizioni di Salerno:

It’s Not Love It’s Love” (2000)

Heart Muscle Cuore Muscolo” (2009).

 

Redazione
La redazione della bottega è composta da Daniele Barbieri e da chi in via del tutto libera, gratuita e volontaria contribuisce con contenuti, informazioni e opinioni.

Un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.