Università estiva di Attac

Dal 12 al 14 settembre a Cecina Mare, in Toscana

di Marco Bersani (*)

La crisi della democrazia rappresentativa è profonda e verticale. E’ la diretta conseguenza di una progressiva incapacità di lettura delle profonde trasformazioni economiche e sociali avvenute negli ultimi decenni da parte delle tradizionali organizzazioni della rappresentanza: i partiti politici.

Contemporaneamente, la società è attraversata da centinaia di esperienze di movimento che nella loro pratica quotidiana rivendicano e tentano di praticare nuove forme di democrazia orizzontale, dal basso, basata sul consenso e non sui rapporti di forza. Fra queste, l’esperienza del movimento per l’acqua, con la straordinaria vittoria referendaria del 2011, è stato l’esempio più importante di un processo costruito dal basso che è riuscito a parlare all’intera società e a modificare l’agenda politica del Paese.

Il tema della democrazia assume in questo periodo un’ancor più netta valenza in quanto, proprio per poter approfondire le politiche liberiste e di austerità promosse dall’Unione Europea e dai governi, stiamo assistendo a progressivi e ulteriori attacchi: volti, da una parte, a rendere obbligatorie e indiscutibili tali politiche, dall’altra a ridurre drasticamente gli spazi di democrazia formale e sostanziale.

Per i movimenti sociali si apre uno spazio di riflessione profonda sul tema dell’autosufficenza o meno dei conflitti, su come rendere efficace la rivendicazione di una democrazia partecipativa, su se e come approcciare il tema della rappresentanza.

Affrontare il tema della relazione fra movimenti e democrazia, fra conflitto, partecipazione e rappresentanza diviene necessario per capire come superare la dicotomia tra partecipazione sociale e politica, provando a innovare l’una e l’altra, dentro un quadro di democrazia partecipativa che abbia nel conflitto la sua più preziosa risorsa.

E’ a questi temi che dedicheremo la prossima Università estiva di Attac che si terrà presso il camping “Le Tamerici” a Cecina Mare, in Toscana, da venerdì 12 a domenica14 settembre 2014.

Un appuntamento estivo per coniugare il tempo della riflessione e dell’approfondimento con quello della piacevolezza e dello stare assieme, all’inizio di una stagione sociale che richiederà nuovi impegni collettivi a tutte e tutti noi.

Sarà un’Università, nella quale affronteremo temi come: lo stato della democrazia, la partecipazione oltre le organizzazioni novecentesche, la democrazia dei movimenti, i movimenti fra partecipazione e rappresentanza, i movimenti come laboratorio di conflitto e democrazia, fino a un confronto con esperienze di presenza istituzionale di movimento a livello locale, nazionale e internazionale.

Sarà un’Università organizzata come uno spazio aperto, dove chiunque potrà venire ad ascoltare o proporre proprie riflessioni, insieme ad alcune persone più “esperte” che abbiamo invitato per socializzare il proprio sapere e facilitare il confronto collettivo.

Parteciperanno all’Università: Renato Accorinti, Gaetano Azzariti, Marco Bersani, Paolo Cacciari, Lidia Cirillo, Anna Curcio, Donatella Della Porta, Ornella De Zordo, Alessandro Di Battista, Alberta Giorgi, Catia Papa, Mimmo Porcaro, Luca Raffini, Franco Russo, Giacomo Russo Spena.

Per informazioni: www.attac.it,Marco Bersani (329 4740620). Per prenotazioni: segreteria@attac.org

(*) ripreso da http://comune-info.net

Redazione
La redazione della bottega è composta da Daniele Barbieri e da chi in via del tutto libera, gratuita e volontaria contribuisce con contenuti, informazioni e opinioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.