Usa&Cina: realtà, sogni e “litigi”

La rubrica settimanale (con brevi testi e fotomontaggi) di Chief Joseph: 124esimo appuntamento

 

Nei primi giorni di febbraio 2020, la giornalista e blogger cinese Zhang Zhan era andata a Wuhan per verificare come veniva gestita la pandemia del coronavirus. I suoi reportages erano molto diversi dalla narrativa ufficiale del governo cinese, che durante i mesi più gravi della crisi ha censurato e manipolato la maggior parte delle testimonianze per ridurre la percezione della pericolosità del virus. Il 28 dicembre un tribunale di Shanghai l’ha condannata a 4 anni di prigione con l’accusa di «aver litigato e aver provocato problemi». Durante il periodo di prigionia preventiva è stata torturata dalla polizia segreta cinese.

Nel fotomontaggio, il leader cinese Xi Jinping.

 

Il 6 gennaio il Congresso americano ha certificato la vittoria di Joe Biden e Kamala Harris. I lavori sono stati bloccati dall’irruzione di decine di sostenitori armati di Donald Trump, che per diverse ore hanno letteralmente occupato gli uffici del Parlamento. Alla fine degli scontri (si fa per dire: alcuni poliziotti hanno scelto di far selfie con i dimostranti) il bilancio è stato di 5 morti e 13 feriti.

La caricatura della Statua della Libertà è tratta dal sito «Singing in the Rain»

L’AUTORE 

Chief Joseph – o se preferite Capo Giuseppe – è stato una guida (militare e spirituale) dei Nasi Forati, un popolo nativo americano. Si chiamava in realtà Hinmaton Yalaktit, che in lingua niimiipuutímt significa Tuono che rotola dalla montagna. Da tempo riceviamo molti contributi alla “bottega” firmati Chief Joseph. Sono fotomontaggi per dialoghi immaginari (spesso volutamente anacronistici) a commentare una notizia o un breve testo. Ci piacciono per l’estrema sintesi e la contrapposizione fra mondi diversi. Così la “bottega” ha chiesto a Chief Joseph di prendersi uno spazio fisso (come hanno da tempo le vignette di Energu) e lui ha accettato: faremo il mercoledì mattina. [db]

 

La Bottega del Barbieri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *