“Bottega” e feste

In ogni caso l’ultimo che esce accompagni la porta… se no si sente sola

LanfrancoLodoli-stellaNatala

care e cari

«w le feste che almeno ci riposiamo» oppure «oh no, la festa – che male alla testa»: fra questi opposti sentimenti si muove anche la piccola redazione cella “bottega”. E dunque c’è chi – come gli altri anni – in questi giorni scriverà o posterà; chi ciao-ciao ci vediamo dopo il 6 gennaio. Insomma per stare dalle parti di “madre Russia” ci dividiamo fra Stakanov e Oblomov senza dimenticare Pavlov e magari Gagarin.

   La “stella natala” qui sopra ce la regala Lanfranco Lodoli. La prossima sua immagine sarà – secondo insistenti voci di corridoio (spaziale) – una Madonna sghignazzante con aereoplanino; roba da «Dio esiste e vive a Bruxelles» di Jaco Van Dormael? Mah, vedremo. Comunque non leggete in «Spes» alcun arcano riferimento politico o religioso. E neppure un acronimo; che so “se potessi essere saggio” oppure “senza pensieri eroi stupidi”.

E le «scor-date» recuperate? Ah quelle ogni giorno son lì a mezzanotte circa… almeno fino all’11 gennaio. Poi decideremo (magari con referendum) se continuare.

 

 

redaz
Un piede nel mondo cosiddetto reale (dove ha fatto il giornalista, vive a Imola con Tiziana, ha un figlio di nome Jan) e un altro piede in quella che di solito si chiama fantascienza (ne ha scritto con Riccardo Mancini e Raffaele Mantegazza). Con il terzo e il quarto piede salta dal reale al fantastico: laboratori, giochi, letture sceniche. Potete trovarlo su pkdick@fastmail.it oppure a casa, allo 0542 29945; non usa il cellulare perché il suo guru, il suo psicologo, il suo estetista (e l’ornitorinco che sonnecchia in lui) hanno deciso che poteva nuocergli. Ha un simpatico omonimo che vive a Bologna. Spesso i due vengono confusi, è divertente per entrambi. Per entrambi funziona l’anagramma “ride bene a librai” (ma anche “erba, nidi e alberi” non è malaccio).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.