Cesena, che schifo

Parliamo – cioè le foto parlano – di teste di cazzo: rifiuti abbandonati accanto ai cassonetti, piccola-grande inciviltà

di Davide Fabbri (*)

Cesena-rifiutiUNO

Ci risiamo. Nuovo degrado urbano e discariche a cielo aperto: quando l’abbandono regna sovrano. Nuovi abbandoni di rifiuti che creano delle vere e proprie discariche a cielo aperto.

Ancora una volta lo scenario è la zona di Bagnile di Cesena: via Virgilio Lucci angolo via Rovescio. Uno scenario indecoroso per una città che si ritiene civile.

Cesena-rifiutiDUE

La seconda situazione indecorosa è il ponte dell’E45 lungo la via Comunale Tipano di Cesena.

Cesena-rifiutiTRE

«Io so. Ma non ho le prove» direbbe l’anticonformista/eretico Pier Paolo Pasolini. Ma questi “cittadini” incivili, maleducati, ignoranti, privi dei più elementari princìpi di educazione civica, probabilmente sono persone che si lamentano qualunquisticamente dell’arroganza del potere, della mancanza di servizi pubblici adeguati, che si incazzano al bar contro tutte le “caste” e poi – nel loro piccolo – fanno questi splendidi gesti: discariche abusive.

Cesena-rifiutiQUATTRO

Sono mie le foto che vedete: scattate sabato scorso a Bagnile di Cesena e oggi lungo la via Comunale Tipano, sotto il ponte dell’E45. E pensare che il Comune di Cesena ed Hera spa – una holding comunque lontanissima dagli interessi dei cittadini – ha fatto partire da tempo una campagna contro l’abbandono dei rifiuti, per sollecitare l’attenzione dell’utenza verso gli aspetti di decoro urbano che incidono sugli spazi comuni delle nostre città. La ricerca vuole essere quella di un rinnovato approccio ai servizi ambientali, per stimolare una riflessione più profonda sull’atto di conferire i rifiuti e sull’ambiente in cui viviamo; una nuova ottica quindi, in cui la campagna proposta da Hera spa intende sollecitare un’attenzione particolare al problema dell’abbandono dei rifiuti, soprattutto sui rifiuti ingombranti. Rifiuti ingombranti che vengono ritirati – su richiesta del cittadino – dalla stessa Hera spa. Per usufruire del servizio basta chiamare il Servizio Clienti tel. 800.999.500 – attivo dalle 8 alle 20 dal lunedì al venerdì e il sabato dalle 8 alle 13 (da cellulare 199.199.500 numero non gratuito attivo negli stessi orari) – per concordare il ritiro dei rifiuti ingombranti. Occorre allora migliorare il decoro urbano e l’estetica delle nostre città, occorre incrementare il corretto utilizzo dei servizi ambientali di Hera spa, aumentare la qualità del servizio offerto e rafforzare la sensibilità ambientale dei cittadini.

Queste mie foto parlano da sole. Non aggiungo altri commenti. Sarebbe uno spreco ed inquinamento di parole.
Chiedo gentilmente a Hera spa e al Comune – con questa mia mail ufficiale – di rimuovere tali rifiuti.
(*) la mail di Davide Fabbri è del 17 maggio 2016. Titolo e sottotitolo della redazione.

Redazione
La redazione della bottega è composta da Daniele Barbieri e da chi in via del tutto libera, gratuita e volontaria contribuisce con contenuti, informazioni e opinioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.