Dio, Usa e dintorni

La rubrica settimanale (con brevi testi e fotomontaggi) di Chief Joseph: 159esimo appuntamento

 

Mario chiede di poter mettere fine alla propria vita seguendo le leggi, ma il giudice civile dice no. Successivamente il Tribunale di Ancona, dopo il reclamo proposto dal 43enne marchigiano tetraplegico, immobilizzato da 10 anni per un incidente stradale e in condizioni irreversibili, obbliga l’Azienda sanitaria locale (Asur) ad aprire un percorso sanitario per verificare se nel suo caso sussistano i requisiti della Corte Costituzionale (sentenza Cappato) affinché possa andare in Svizzera a morire.

L’immagine accanto al capo indiano è tratta dal sito Infoaut

 

Leonard Peltier è un nativo, attivista dell’American Indian Movement. Nel 1976 fu arrestato in Canada, accusato di aver ucciso due agenti FBI. Gli USA fanno letteralmente “carte false” per ottenere l’estradizione, tanto che una volta scoperti i metodi usati, il governo canadese protesta formalmente. Ma oramai è tardi e l’FBI ottiene la sua vendetta. Infatti, con prove false, Peltier viene condannato a due ergastoli. Si trova in prigione da 45 anni nonostante la mobilitazione mondiale che ne chiede la liberazione.

L’immagine (accanto la capo indiano) è tratta dal sito “Osservatorio globalizzazione”

L’AUTORE 

Chief Joseph – o se preferite Capo Giuseppe – è stato una guida (militare e spirituale) dei Nasi Forati, un popolo nativo americano. Si chiamava in realtà Hinmaton Yalaktit, che in lingua niimiipuutímt significa Tuono che rotola dalla montagna. Da tempo riceviamo molti contributi alla “bottega” firmati Chief Joseph. Sono fotomontaggi per dialoghi immaginari (spesso volutamente anacronistici) a commentare una notizia o un breve testo. Ci piacciono per l’estrema sintesi e la contrapposizione fra mondi diversi. Così la “bottega” ha chiesto a Chief Joseph di prendersi uno spazio fisso (come hanno da tempo le vignette di Energu) e lui ha accettato: faremo il mercoledì mattina. [db]

 

 

Redazione
La redazione della bottega è composta da Daniele Barbieri e da chi in via del tutto libera, gratuita e volontaria contribuisce con contenuti, informazioni e opinioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.