I siriani in “transito” nella Milano dei diritti

Domenica un incontro, una mostra e il libro di Nihhad Sirees.

NihadSirees

MILANO Domenica 12 aprile alle 17.30

presso Centro ASTERIA

in piazza Carrara 17/1, angolo via G. Da Cermenate (metròRomolo, Famagosta)

l’Associazione per i Diritti Umani

in collaborazione con il Centro Asteria

presenta

«DIRITTI AL CENTRO: MILANO, CROCEVIA D’EUROPA»

con MONICA MACCHI (esperta di mondo arabo), CHIARASTELLA CAMPANELLI (editrice Il Sirente – direttrice collana Altriarabi/migranti), MARTA MANTEGAZZA, ANNA PASOTTI, ALESSANDRA PEZZA, ANNA RUGGIERI (autrici del progetto «Siriani in transito») … e con una sorpresa in video.

Nell’incontro si parlerà dei profughi siriani che passano da Milano per poi cercare di arrivare in Nord Europa attraverso il romanzo «Il silenzio e il tumulto» dello scrittore siriano Nihhad Sirees e la mostra fotografica «Siriani in transito».

LA TRAMA

Fathi, scrittore osteggiato dal regime, uscendo di casa si trova coinvolto nelle celebrazioni dei vent’anni dalla presa del potere del Leader tra slogan urlati a squarciagola, mentre lui “non patriota” è ridotto al silenzio e continuamente pedinato: l’ironia diventa l’unica arma per resistere, arma così sottile da incunearsi nel rumore tombale di chi annulla la propria volontà.

L’ AUTORE

Lo scrittore Nihad Sirees è fuggito dalla Siria nel 2012.

IL LIBRO

«Il silenzio e il tumulto» – pubblicato dalla casa editrice Il Sirente – è tradotto da Federica Pistono (già traduttrice di «La conchiglia» di Mustafa Khalifa, edito da Castelvecchi).

LA MOSTRA FOTOGRAFICA
Tre mediatrici interculturali – frequentando i centri di accoglienza per i siriani a Milano come operatrici e volontarie – sono diventate testimoni dirette dell’assurdo viaggio a cui l’Unione Europea costringe i siriani in fuga dalla guerra, già provati da anni di conflitto e/o di esilio nei Paesi limitrofi. Di fronte a storie simili e uniche al contempo, unite tutte dal non avere eco, è emersa l’esigenza di dar voce a queste persone.

Redazione
La redazione della bottega è composta da Daniele Barbieri e da chi in via del tutto libera, gratuita e volontaria contribuisce con contenuti, informazioni e opinioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.