Il Come Eravamo del Come Saremo – Paesaggi Alieni 3

di Mauro Antonio Miglieruolo

La Fantascienza come poesia per immagini puntata numero 32

Insisto. Van Vogt. Non solo perché sono un patitto dell’autore di origine canadese, ma perché ha scritto alcuni romanzi eccellenti ed è stato maestro di altri autori che sono una pietra miliare della fantascienza: Pohl e Dick.

Il romanzo di oggi: l’inevitabile “Le Armi di Isher”. Un romanzo sconvolgente per una società che desiderava essere sconvolta. Che riassumeva a semplificazione propria gli avvenimenti della prima parte del secolo, traducendo la fase della prima crisi mondiale del capitalismo, nel credo capitalistico di Van Vogt. Leggerlo non può farvi male. Almeno proverete un po’ di piacere nella lettura, per molti italiani (specialmente per le nuove generazioni) una scoperta: che un libro può dare molto più che la manipolazione convulsiva della tastiera di uno martphone. Buona lettura.

Forse non è abbastanza lontano per un cultore delal fantascienza molto rigido. Ma è certamente collocato in un altro mondo. In un altro tempo e in un altro spazio.

*

*

*

*

*

*

*

*

*

*

*

*

*

*

Miglieruolo
Mauro Antonio Miglieruolo (o anche Migliaruolo), nato a Grotteria (Reggio Calabria) il 10 aprile 1942 (in verità il 6), in un paese morente del tutto simile a un reperto abitativo extraterrestre abbandonato dai suoi abitanti. Scrivo fantascienza anche per ritornarvi. Nostalgia di un mondo che non è più? Forse. Forse tutta la fantascienza nasce dalla sofferenza per tale nostalgia. A meno che non si tratti di timore. Timore di perdere aderenza con un mondo che sembra svanire e che a breve potrebbe non essere più.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.